Terremoto, forte scossa ad Ustica stamani e ieri in Umbria

Terremoto (Facebook)

Il terremoto fa tremare l’Italia in diverse circostanze nelle ultime ore. Ieri due scosse in Umbria, questa mattina un’altra ad Ustica.

Si sono verificati altri forti terremoti dopo le due scosse che in settimana hanno fatto tremare il Molise, spingendosi anche fino a Napoli. Stavolta a tremare è stata l’isola di Ustica, in pieno Mar Tirreno. I sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno registrato una magnitudo di 4.6, ad una profondità di 530 km. Il tutto si è verificato questa mattina alle 8:29 anche se la popolazione non ha avvertito il terremoto a causa proprio della grande profondità che ha caratterizzato l’epicentro. Ieri invece gli abitanti di Costacciaro, in provincia di Perugia, hanno sentito in maniera netta il terremoto che si è verificato di pomeriggio, alle ore 16:30. Magnitudo di 3.4 gradi in questo caso, con la scossa che è stata sentita anche nelle vicine Lazio ed Abruzzo.

Terremoto, apprensione ieri in Umbria

A questa ne ha fatto seguito un’altra, inferiore per intensità (2.1 gradi). Entrambe sono state sentite distintamente a Gubbio e nel capoluogo Perugia, con epicentro a 8 km di profondità in questo caso. Non sono giunte notizie di danni a cose o persone. Chiaro però che ogni fenomeno di questa natura crea apprensione nella popolazione. Nel caso del sisma recente avvenuto in due circostanze in Molise, la gente ha preferito lasciare in molti casi le proprie abitazioni per dormire fuori casa. Fra meno di una settimana cadrà il secondo anniversario del devastante terremoto che nel 2016 devastò l’Italia centrale, ed in particolare le località di Accumoli ed Amatrice.