Tragedia a Genova, vittime del crollo due siciliani

Tragedia a Genova, tra le vittime due siciliani
(facebook)

 

 

News | Tragedia a Genova, vittime del crollo anche due siciliani

Una vera e propria tragedia quella che si è consumata ieri, nel cuore di Genova, a causa del crollo del Ponte Morandi. Numerose sono state le vittime della vicenda eppure miracolosamente qualcuno si è salvato, come quel camionista che si è ritrovato ad un passo dalla morte e ha avuto il coraggio di frenare appena in tempo e chi invece da quel ponte ci è precipitato, riuscendo a sopravvivere ad una caduta di 30 metri. Questo è decisamente il caso di Davide Capello, portiere di una società di calcio amatoriale di Savona, che è sopravvissuto al volo nella sua auto.

Non possiamo purtroppo dire lo stesso di Vincenzo Licata, 58 anni, nato ad Agrigento e Marta Danisi, 29 anni, originaria di Sant’Agata di Militello, in provincia di Messina. La donna lavorava come infermiera all’ospedale “Ss. Antonio e Biagio” di Alessandra. Si trovava a bordo di un’automobile, in compagnia del proprio ragazzo, quando il ponte ha improvvisamente ceduto.

I due fidanzati avevano programmato il loro matrimonio nel maggio 2019. A S’Agata Militello era conosciuta come una donna solare e in particolar modo coraggiosa, per aver avuto la forza di fare una scelta professionale che l’aveva portata lontana dai suoi cari e dalla sua terra.

Il sindaco di Sant’Agata Militello Bruno Mancuso ha scritto: “Sono sconvolto e addolorato per la tragedia che ha colpito una nostra compaesana, Marta Danisi, deceduta in seguito al crollo del ponte Morandi a Genova. Stessa sorte è toccata al fidanzato che era in macchina con lei. A nome di tutta la comunità santagatese esprimo profondo cordoglio e vicinanza ai familiari per questo grande dolore e incolmabile vuoto che li ha colpiti“.