Tragedia a Genova, anche Napoli piange quattro vittime

 

 

News | Crollo a Genova, anche Napoli piange quattro vittime 

 

Doveva essere la tanto e agognata vacanza di quattro ragazzi di Torre del Greco, poco più che ventenni, dopo un anno di lavoro: erano in partenza per Nizza, dove sarebbero stati con il fratello di una delle vittime per poi partire per Barcellona, dove ad aspettarli c’era la fidanzata di uno di loro. I loro sogni e le loro aspettative si sono spezzate su quel ponte, dove hanno tragicamente perso la vita. Si tratta di Matteo Bertonati, Giovanni Battiloro, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione.

La scomparsa era stata denunciata dai loro cari ieri, nessuno dei quattro rispondeva ai cellulari e i familiari non riuscivano a capacitarsi di come potesse essere possibile una coincidenza del genere. Soltanto uno dei cellulari ha continuato a squillare a vuoto per tutta la notte. Alle 11 di mattina era arrivato l’ultimo messaggio da uno di loro: “Stiamo entrando a Genova” e dopo quello più nulla, solo il vuoto, la paura e l’attesa. Dall’albergo di Nizza, in cui avrebbero dovuto alloggiare, nessuna notizia del loro arrivo.

E così il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, si è messo in contatto con l’Unità di Crisi fino alle prime ore dell’alba. Dopo una notte lunga e di inutile attesa per i familiari e gli amici è arrivata la certezza che i quattro amici partiti per una vacanza, tra Nizza e Barcellona, sono morti nel crollo del ponte Morandi, a Genova. I soccorritori li hanno individuati alle cinque di stamattina, e i familiari sono stati avvisati solo qualche ora più tardi. La notizia è stata data sui social alle 9:23 su Facebook, Palomba ha annunciato che le speranze di trovarli vivi erano definitivamente sparite, gettando nello sconforto l’intera città, che piange quattro giovani vittime di questa tragedia.

 

 

Battiloro era un giornalista videomaker molto esperto e molto noto. L’ordine dei Giornalisti sdella Campania si stringe attorno alla famiglia. “Un collega esperto e stimato da tutti – dice il presidente Ottavio Lucarelli – una tragedia che scuote e addolora l’intera comunità dell’informazione della Campania.”

Al fianco delle famiglie abbattute dal dolore, il Comune sta adesso organizzando la triste partenza per il capoluogo ligure. Quello che era cominciato come un viaggio felice e spensierato di quattro ragazzi di vent’anni, è stato rimandato ad oggi e compiuto dalle loro famiglie tra le lacrime, la pioggia di un bagnato Ferragosto e lo sconforto di aver perso un figlio, un fratello, un fidanzato, un amico, una persona che rimarrà per sempre nei cuori dei suoi cari.

 

Antonella Panza