Paolo Andreucci stoico, correrà il Rally di Roma!

CIR | Paolo Andreucci stoico, correrà il Rally di Roma!

Conoscendo il tipo è dura stupirsi che sia già pronto per partire. Ciò nonostante quanto fatto da Paolo Andreucci in questa occasione è davvero degno di nota. Per chi non avesse seguito la vicenda, sabato scorso, mentre in preparazione all’appuntamento di Roma del CIR stava effettuando un test per la Pirelli, ovviamente in coppia con la navigatrice Anna Andreussi, sulle strade di Baiardo, Liguria, il dieci volte campione italiano aveva perso il controllo della sua Peugeot 208 T16 R5 andando a sbattere violentemente contro un muretto.

Subito condotti entrambi all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure sin dalle prime analisi era emersa la rottura del corpo della vertebra D12, per lui con conseguente immediato intervento di microchirurgia – vertebroplastica percutanea, e fratture multiple al bacino per lei che potranno essere curate ma in molto più tempo.

Sempre super motivato e poco desideroso di lasciare ad altri la battaglia per il successo, il 53enne ha così deciso di non aspettare e il prossimo weekend sarà presente al Rally della Capitale.

“L’incidente di venerdì scorso ci ha fatto prendere un bello spavento, lo devo ammettere”, ha confidato ai suo tifosi in un messaggio postato su Instagram. “In realtà, la situazione è sempre stata molto migliore rispetto a quanto riportato da alcuni organi d’informazione. Ringrazio tutti i medici per la cura con cui mi hanno assistito fin dall’inizio. Mi spiace per Anna che, purtroppo, dovrà avere un decorso più lungo del mio e che in questo fine settimana non sarà al mio fianco”.

“Voglio ringraziare anche la macchina dei soccorsi sul luogo dell’incidente, davvero celere ed efficace. Un grosso grazie va anche a tutti i fan che ci hanno dimostrato un affetto davvero incredibile. Dai social ai media, sono state tantissime le dimostrazioni di calore. Questa vicinanza ci ha aiutato e ci fa ha fatto capire quanto il rally sia amato dal pubblico”, ha concluso il garfagnino.

Chiara Rainis