Lamborghini Aventador SVJ, bolide da primato

Lamborghini Aventador SVJ
Lamborghini Aventador SVJ (image by Twitter)

Iniziano i primi test della Lamborghini Aventador SVJ e, a quanto si legge sulle anticipazioni sul web, si tratta di un vero e proprio bolide. La nuova automobile di Sant’Agata Bolognese, chiamata con questa sigla per nominarla superveloce Jota, in onore dalla Miura, starebbe già regalando ottime soddisfazioni al proprio team per quello che riguarda le prestazioni. Il modello della vettura è già impegnati in pista al Nurburgring e c’è già chi dice che abbia battuto il record della pista del circuito tedesco, da sempre un obiettivo per tutte le supercar che si sfidano a raggiungere il tempo più basso. L’auto italiana, che è di fatto la risposta alla McLaren Senna, avrebbe infatti fatto fermare il cronometro a 6’45”, abbassando di 2 secondi il record della Porsche 911 GT2 RS. La SVJ dovrebbe essere presentata al pubblico al termine dell’estate, molto probabilmente verso fine settembre.

Lamborghini Aventador SVJ, le caratteristiche

Rispetto alla Super Veloce, la SVJ presenta dei cambiamenti dal punto di vista aerodinamico soprattutto per quello che riguarda l’anteriore. Paraurti e splitter sono totalmente diversi. Presente anche una nuova copertura per il motore. Sul posteriore invece è presente un’ala che va a migliorare l’aerodinamica, molto simile a quella montata sulla Huracan Performante. Gli scarichi dell’automobile sono stati riposizionati. Ora ce ne sono due in posizione alta e si trovano sotto l’ala. Stando a quanto si legge sul web il V12 che spinge la SVJ dovrebbe essere capace di sprigionare una potenza da circa 800 cavalli. Un grande lavoro sull’automobile è stato fatto al fine di ridurre in maniera sostanziale il peso della vettura e renderla ancora più performante in termini di velocità ed accelerazione. Al momento del lancio sul mercato sarà in serie limitata con pochi modelli a disposizione.