MotoGP, Marc Marquez: “La testa conta, chiedete a Valentino”

Marc Marquez conquista la sua nona vittoria consecutiva al Sachsenring e consolida il primato in classifica a +46 sull’inseguitore Valentino Rossi, in attesa di riprendere il via nella seconda parte di stagione il prossimo 5 agosto. Ha lasciato andare avanti Jorge Lorenzo gestendo al meglio le gomme, ma al momento giusto e senza nessuna fatica è andato a prendersi la leadershp della gara,

“Questa gara come ho detto ieri è da dividere in tre parti: i primi 9 giri dove tutti andavano veloci, poi ci sarebbe stato un primo calo della gomma e gli ultimi 5-6 giri arrivava l’ultimo calo.Ho gestito la gomma all’inizio e anche dopo, poi ho visto che Valentino arrivava velocissimo e ho detto ‘ Adesso non conserviamo niente’ e per 3-4 giri ho dato tutto, ho visto che il distacco era più grande e ho gestito un’altra volta”, ha detto a Sky Sport.

“In tutto il week-end ho lavorato tanto per la gara, le gomme erano troppo morbide, non ero mai primo, ho girato sempre con gomma usata – ha detto Marc Marquez -. In gara sapevo di dover andare molto calmo, ho spinto solo quando ci voleva, era lo stesso aprire un gap all’inizio o alla fine, ma l’obiettivo era la vittoria. Fisicamente non è un problema, se sei a posto fisicamente la menta ragiona più veloce e sei più agile sulla moto, questo non è un segreto. Ma alla fine l’importante non è solo il fisico, ma tutto, se sei convinto in testa sembra che il fisico vale doppio… Anche Valentino a 39 anni è sempre là, chiedete anche a lui della testa”.