Nuovo fatale incidente sull’Isola di Man

James Cowton (©James Cowton Twitter)

TT | Nuovo fatale incidente sull’Isola di Man

Un’altra tragedia ha colpito il mondo dei bikers più estremi. Nel corso della Southern 100 sull’Isola di Man, James Cowton, nativo di Driffield, ha perso la vita a seguito di un incidente che ha visto coinvolti numerosi centauri.In quel momento il britannico stava partecipando alla 600 Challenge, prova conclusiva della settimana di gara sui 7 km circa del circuito Billow che utilizza le strade di Castletown, a sud dell’isola.

Secondo quanto riportato dagli organizzatori nella nota ufficiale il crash sarebbe avvenuto nella sezione dello Stadio Bends, poco lontano dalla linea del traguardo. Per quanto concerne gli altri piloti feriti,  Ivan Lintin si troverebbe in condizioni critiche all’ospedale, mentre sarebbero fuori pericolo Jamie Coward, il quale avrebbe rimediato soltanto la frattura di una spalla, e Mickey Evans, a cui sono state diagnosticate la rottura di un braccio e di una gamba.

“La Southern 100 Racing ci tiene ad estendere le condoglianze alla famiglia, ai parenti e agli amici di Cowton in questo momento tanto triste”, si legge sul comunicato. “Assieme alle forze dell’ordine locali porteremo avanti tutte le necessarie indagini per chiarire le circostanze dell’impatto”.

Un dolore continuo

Meno di una settimana fa era stato il più famoso William Dunlop a lasciarci dopo una caduta avvenuta durante la Skerries 100, gara che si svolge nella contea di Dublino. In quel caso il cordoglio aveva unito l’intero movimento visto che la famiglia Dunlop ha fatto la storia del Tourist Trophy nel bene e nel male. In primo ad andarsene fu lo zio Joey, morto in una corsa stradale in Estonia nel 2000 e il papà di William Robert che se n’è andato nel 2008 durante la North West 200. Sopraffatto dall’ennesima notizia tragica il fratello del 32enne, in gara pure lui in Irlanda, aveva deciso di non proseguire.

Chiara Rainis