Lewis Hamilton: “Ho detto delle stupidaggini”

Lewis Hamilton (©Getty Images)


F1 | Lewis Hamilton: “Ho detto delle stupidaggini”

Anche a motori spenti continua a far parlare il contatto tra Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen alla curva 3 nel corso del primo giro del GP di Silverstone. Facendo un veloce riassunto di quanto accaduto, il pilota Ferrari dopo essere arrivato al bloccaggio aveva speronato il driver Mercedes costringendolo ad una rimonta dal fondo gruppo. Un imprevisto che avrebbe potuto causare molti più danni, ma che alla fine si è risolto nel migliore dei modi essendo saliti entrambi sul podio. Eppure, ciò nonostante, alla bandiera a scacchi ha scatenato un battibecco infuocato tra i vertici delle due scuderie.

Ad iniziare è stato il direttore tecnico di Stoccarda James Allison il quale ha definito Iceman un incompetente e ha insinuato il dubbio della volontarietà del gesto. In seguito ci ha pensato lo stesso Ham a replicare il pensiero del suo dt, mentre sia il boss non esecutivo Niki Lauda, sia quello generale Toto Wolff hanno preferito andarci più cauti proclamandosi soltanto delusi per il secondo strike compiuto da una rossa in due gare.

Su questa linea lunedì mattina il protagonista suo malgrado delle vicenda ha cercato di mitigare la polemica e accettare il mea culpa del finnico che certamente non aveva intenzione di auto-rovinarsi la corsa una volta che poteva dire la sua vista la sua competitività sul tracciato delle Midlands.

“Non sono arrabbiato perché anche se lo fossi non cambierebbe il mio risultato, Non sono però neppure particolarmente felice. Avevo una grande possibilità di vincere. Ovviamente tutti possono commettere degli errori, pure a me è capitato, ma una cosa è sbagliare a 300 chilometri orari, un’altra è colpire una monoposto ferma con un semaforo rosso. Tuttavia Kimi mi ha chiesto scusa e va bene così. Ora andiamo avanti. E’ stato un incidente di gara e nulla di più. In certe occasioni, a caldo, diciamo stupidaggini e dobbiamo imparare da questo“.

Per la collisione Raikkonen è stato punito con uno stop & go di 10”.

Chiara Rainis