Valentino Rossi “perseguita” Bezzecchi sin da bambino

Marco Bezzecchi
Getty Images

Fino ad Assen Marco Bezzecch,i del team tedesco Prüstel, ha guidato il campionato mondiale Moto3. L’italiano è una delle sorprese della stagione 2018 con la KTM e ora insegue il leader del Mondiale Jorge Martin a due soli punti di distanza.

Il diciannovenne Bezzecchi fa parte della VR46 Academy, ma Valentino Rossi ha avuto un grande impatto sulla vita di Bezzecchi ancor prima di entrare in questo circolo ristretto. “Per il mio sesto compleanno ho chiesto a mio padre di comprarmi un casco. Nel negozio dissi al venditore che volevo il casco lassù. Era un casco nel design di Valentino Rossi. Il negoziante rispose che quello era il casco di suo figlio che corre. Poi ho detto a mio padre che anch’io volevo correre. È così che tutto è iniziato”, ha raccontato Marco Bezzecchi a Speedweek.com.

Il giovane romagnolo guarda indietro alla scorsa stagione, un anno da esordio in salita in sella alla Mahindra, pur riuscendo a togliersi qualche sfizio da rookie: “Sono diventato un pilota di Mahindra e sono entrato nei Campionati del Mondo Junior. Ma lì sono caduto troppo. Ma loro hanno creduto in me e mi hanno portato alla Coppa del Mondo 2017. Il mio primo podio al GP del Giappone dello scorso anno è stato uno dei migliori giorni della mia vita. Ma la mia prima vittoria in Argentina nel 2018 è stata incredibile. All’inizio mi sentivo molto bene con la moto… Dopo alcuni giri mi hanno mostrato un vantaggio di tre secondi. Poi ho capito, ‘Ah, sono veloce'”.

In Argentina Marco Bezzecchi ha festeggiato la prima vittoria per KTM. “I ragazzi di KTM sono tutti molto concentrati e molto favorevoli. La KTM è un po’ più difficile da guidare perché è molto aggressiva. Ma sono veloce con lei. Non mi aspettavo di guidare la classifica generale. Faccio del mio meglio in ogni gara. Martin è uno dei migliori, ma anche Bastianini, Di Giannantonio e Canet sono forti”. E di certo sarà una stagione tiratissima ed emozionante fino alla fine.