MotoGP, Maio Meregalli: “Vinales a volte non ascolta”

Maverick Vinales
©Getty Images

MotoGP, Maio Meregalli: “Vinales a volte non ascolta”.

Anche ad Assen la Yamaha è rimasta senza vittorie. L’ultimo trionfo per i giapponesi è stato al Gran Premio dei Paesi Bassi 2017 con Valentino Rossi. Il suo compagno di squadra Maverick Viñales, che ha apertamente criticato Yamaha nelle settimane scorse, ha ritrovato un po’ di buon umore dopo il podio olandese. D’altronde i due alfieri di Iwata occupano la seconda e terza posizione in classifica: “C’è sempre pressione, ma abbiamo bisogno di risultati”, afferma il team manager Massimo Meregalli a motogp.com. “Abbiamo vissuto molte difficoltà dal GP di Assen 2017. Questi problemi erano evidenti in diverse aree. Ciò ha reso così difficile risolvere tutti questi piccoli problemi – ha aggiunto il team manager di origine italiana -. C’erano altre difficoltà in ogni gara. E’ stato difficile per noi. La moto funzionerà meglio nel 2018, ma rispetto ai nostri avversari abbiamo ancora un po’ di ritardo”.

I problemi di Vinales sulla M1

Rossi è 41 punti dietro al leader del campionato Marc Márquez, Viñales a 47. Rossi è arrivato terzo sul podio a Le Mans, Mugello e Barcellona. “I tre podi di Valentino sono stati molto positivi. A Barcellona, ​​abbiamo fatto un buon test. Per il test di Brno ci aspettiamo miglioramenti da Yamaha. A Misano ci sarà anche un test privato a metà agosto. Se non riceviamo nuovi componenti per Brno, allora sarà per il test di Misano”. Maverick Viñales era sul podio ad Assen, per la prima volta dal GP di Austin. “Dal Mugello sappiamo che Maverick non ha spinto abbastanza nel giro di riscaldamento. La temperatura delle gomme così è scesa. Ciò riguardava soprattutto la gomma anteriore. Pertanto, non è riuscito a utilizzare completamente la gomma nei primi cinque giri. La gomma non ha funzionato correttamente. Ecco perché gli abbiamo chiesto di spingere di più. E abbiamo anche cambiato il modo in cui le gomme vengono portate a temperatura… Nel test abbiamo lavorato principalmente con un pieno di carburante. All’ultimo giro è stato veloce e coerente dall’inizio alla fine”. E sulle dichiarazioni pepate di Vinales: “Non è mai facile gestire una situazione del genere”, ha aggiunto Maio Meregalli. “È giovane, ma ha un estremo desiderio di vittoria. A volte non ascolta o aspetta troppo per arrivare al fondo del problema. Solo allora si calma. Lo sappiamo e lo rispettiamo come pilota. Cerchiamo di mostrargli come dovrebbe affrontare tali situazioni”.