Dani Pedrosa lascia la MotoGP. Bautista o Quartararo in Yamaha

Dani Pedrosa
©Getty Images

Dani Pedrosa lascia la MotoGP. Bautista o Quartararo in Yamaha.

Dani Pedrosa al Sachsenring annuncerà il suo addio alla MotoGP e forse alle corse. Ha preso del tempo prima di ufficializzare di voler appendere il casco al chiodo, ha tastato il terreno in casa Yamaha per capire le intenzioni e le offerte del team satellite SIC Petronas, ma dinanzi alla proposta di una M1 non ufficiale il pilota di Sabadell avrebbe girato le spalle. Del resto Lin Jarvis aveva più volte lasciato intendere che la terza moto ufficiale era una questione economica (pressioni degli sponsor?), una scelta di difficilissima realizzazione, che va un po’ contro la filosofia della casa di Iwata.

A questo punto il nuovo team con radici malesiane ma sede amministrativa in Belgio dovrà scegliere chi affiancare a Franco Morbidelli, ormai ad un passo dalla firma con la scuderia di Razlan Razali, CEO del Sepang International Circuit. Due le opzioni principali al vaglio: un pilota di esperienza come Alvaro Bautista o un giovane promettente del calibro di Fabio Quartararo, quest’anno in Moto2 con il team italiano Speed Up. Dopo un inizio di campionato tutto in salita il 19enne pilota francese ha conquistato un successo in Catalunya e un podio ad Assen. Quando Fabio Quartararo ha debuttato a Doha nel 2015 all’età di 15 anni nella Moto3, ma è riuscito a farlo solo grazie ad un cambio di regolamento richiesto da Honda. Ha vinto il CEV, era stato considerato il futuro Marc Márquez, ma non è ancora riuscito a brillare ed esprimere tutto il suo potenziale. La scelta di un pilota francese farebbe felice anche la Dorna per motivi di diritti televisivi. Ma staremo a vedere su chi ricadrà la scelta del team malese. Per adesso attendiamoci l’annuncio dell’addio di Dani Pedrosa tra una settimana esatta al Sachsenring.