Clamoroso, Boullier lascia i vertici McLaren!

Eric Boullier (©Getty Images)

F1 | Clamoroso, Boullier lascia i vertici McLaren!

La notizia sorprende solo a metà visto che dopo 9 gare la McLaren rischia pure di essere sorpassata nella classifica marche da una Force India nettamente meno pimpante rispetto a quella vista nelle ultime stagioni.

Dopo 4 anni di collaborazione Eric Boullier lascerà con effetto immediato il muretto di Woking. “Sono orgoglioso di aver lavorato in un team tanto importante, ma credo che per me sia arrivato il momento di fare un passo indietro. Auguro a tutto il gruppo il meglio per il prosieguo della stagione e per il futuro”, le parole del francese messo alla porta dal CEO Zak Brown per dare inizio ad un processo di semplificazione del corpo dirigente.

A quanto pare nei prossimi mesi assisteremo ad una riorganizzazione tecnica volta a fare tornare la gloriosa squadra inglese nelle prime posizioni.

“Le prestazioni delle MCL33 non hanno mantenuto le attese di nessuno di noi, specialmente dei nostri fan”, ha dichiarato il direttore generale motivando la decisione di separarsi dal transalpino prima di precisare che: “Non è stato l’errore di centinaia di persone che lavorano duro per l’azienda ma le cause sono da ricercare nei sistemi e nelle strutture, per cui saranno necessarie delle modifiche“.

In attesa di nuovi scossoni e teste cadute, per il momento è stato reso noto che il capo operativo Simon Roberts si occuperà della supervisione di produzione, ingegneristica e  logistica, mentre Andrea Stella, finora ingegnere di pista di Fernando Alonso, diventerà responsabile della performance. infine, Gil de Ferran, coinvolto nelle vicende del team in qualità di consulente, assumerà il ruolo di direttore sportivo con l’obiettivo di massimizzare l’efficacia del pacchetto a disposizione.

Testimone più che diretto del tracollo della McLaren culminato con i disastrosi 3 anni di liaison con Honda, Boullier è riuscito a vedere uno dei suoi piloti, nella fattispecie Kevin Magnussen, sul podio soltanto in occasione del suo primissimo GP con l’equipe, in Australia.

Chiara Rainis