I dubbi di Dani Pedrosa, lui vorrebbe una Yamaha ufficiale

Lo spagnolo temporeggia sull'offerta Yamaha

Dani Pedrosa (Getty Images)

MotoGP | I dubbi di Dani Pedrosa, lui vorrebbe una Yamaha ufficiale

Come vi avevamo anticipato in anteprima circa un mese fa, l’idea di Yamaha è quella di costruire un team clienti con Petronas a fare da main sponsor e Dani Pedrosa e Franco Morbidelli a fare da piloti. L’accordo economico sarebbe già stato trovato e dovrebbe essere intorno ai 2 milioni di euro più alcuni bonus con lo spagnolo.

Nonostante da giorni sembri tutto fatto però l’ufficialità stenta ad arrivare. Nessun problema economico per carità, ma semplicemente Dani Pedrosa dopo un’intera carriera da ufficiale Honda non accetta di buon grado di diventare un rider clienti.

Pedrosa deve fare un passo indietro

A confermare queste voci ci ha pensato lo stesso Lin Jarvis, che intercettato da “As”, ha dichiarato: “Credo siano normali i dubbi di Dani Pedrosa. Dubbi che non ci sarebbero stati se gli avessimo offerto una moto ufficiale nel team ufficiale, ma lì siamo già completi. Spero che completeremo tutto, ma è normale che la sua firma sia meno veloce di quella di Lorenzo alla Honda“.

Il manager ha poi continuato: “Io non so ancora bene cosa esattamente avrà la moto, ma avrà sicuramente una moto competitiva”. Insomma Yamaha attende la decisione di Dani Pedrosa. A noi francamente ci sembra difficile che rifiuterà, l’alternativa sarebbe fermarsi perché le altre moto sono praticamente tutte prenotate.

Certo è comprensibile lo stato d’animo di Pedrosa, ma lo spagnolo potrebbe prendere ad esempio Dovizioso, che qualche anno, in un momento buio della propria carriera, approdò al Team Tech3 per poi lanciarsi, grazie ad una fantastica stagione, tra le braccia di Ducati dove oggi è tra i protagonisti del mondiale. Insomma un passo indietro per prendere maggiore rincorsa e volare nuovamente verso la vetta della MotoGP.

Antonio Russo