Andrea Dovizioso: “Rossi? Corro per me stesso, non per lui”

Il rider della Ducati risponde al Dottore

Andrea Dovizioso (Getty Images)

MotoGP | Andrea Dovizioso: “Rossi? Corro per me stesso, non per lui”

Andrea Dovizioso ad Assen ha lottato per la vittoria sino agli ultimi giri del Gran Premio. Purtroppo però nel finale un avventato tentativo di sorpasso ai danni di Valentino Rossi ha costretto entrambi a doversi accontentare di un 4° e 5° posto.

Il rider della Ducati arrivato a fine gara ormai con gomme finite ha provato a guadagnare la posizione ai danni del Dottore, ma purtroppo entrambi sono andati larghi facendosi poi superare da Vinales e Rins.

Dovizioso risponde a Rossi

Subito dopo la gara Valentino Rossi aveva definito “poco intelligente” il sorpasso di Andrea Dovizioso, che come riportato da “Marca” ha così risposto al Dottore: “Corro per me stesso, non per lui. So cosa ha detto e non lo condivido. In quella curva eravamo un po’ oltre, io sono rimasto in pista perché ero all’interno. Siamo andati lunghi, peccato, ma ero al limite e ho dovuto giocare le mie carte”.

Il rider della Ducati ha poi continuato: ” Ha detto che è stato un sorpasso poco intelligente, ma è stato peggio per lui che per me. Negli ultimi giri ero al limite, Marc e Maverick hanno fatto la stessa cosa. Non ho fatto niente di pazzo, mi sono preso un rischio ed è andata male, ho fatto un errore molto semplice, ma senza polemiche. Se guardi al campionato e a questa gara è molto difficile fermare Marc. Abbiamo però ancora alcune carte da giocarci”.

Insomma nonostante tutto Andrea Dovizioso sente ancora di poter combattere con Marquez per il mondiale. Purtroppo il sorpasso a Rossi gli è costato tantissime critiche sui social, alcune anche molto aspre. Noi speriamo che attacchi del genere non si ripetano più in futuro.

Antonio Russo