MotoGP Assen, Marquez: “Bello vincere così. Rins? Sorpasso restituito”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez trionfa ad Assen al termine di una gara MotoGP straordinaria. Tanta battaglia dall’inizio alla fine, anche se negli ultimi 5 giri lo spagnolo ha allungato arrivando solo al traguardo.

Il campione del mondo in carica ha saputo stare nel nutrito gruppo di testa, cercano sempre di essere nelle prime posizioni. Ha fatto tanti sorpassi e dato spettacolo, poi ha fatto la differenza e non ce n’è stato per nessuno. Il pilota del team Repsol Honda è sempre più in vetta alla classifica MotoGP con 41 punti di vantaggio su Valentino Rossi e 47 su Maverick Vinales. Sono addirittura a 61 e 65 lunghezze di distanza Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo.

MotoGP Assen, Marc Marquez felice dopo la gara

Al termine della gara Marc Marquez si è concesso ai microfoni di Sky Sport MotoGP per commentare la sua vittoria ad Assen: «Vincere così dà un’adrenalina diversa. Anche quando ho vinto a Le Mans o Jerez con distacco ero contento, ma quando vinci così è diverso. All’inizio ho provato a spingere per tenere il gruppo piccolo, così se sbagli qualcosa perdi meno punti, però ho visto che Lorenzo era cattivo e anche gli altri. Non si poteva, sorpassavano. Mi sono detto ok, che avrei fatto la gara così provando negli ultimi 5 giri a spingere».

Il sei volte campione del mondo spiega che non ha potuto cercare la fuga prima a causa di alcune ragioni specifiche che sono state da impedimento: «Non potevo spingere prima. Innanzitutto perché ho scelto la gomma media davanti che mi dava più feeling, ma con il serbatoio pieno era difficile perché si muoveva la moto. Ho dovuto aspettare un po’. Poi ero nel mezzo del gruppo e non riuscivo a stare davanti. Quando mi sono messo primo mancavano cinque giri e ho spinto».

A Marquez viene domandato dell’atteggiamento aggressivo tenuto da Jorge Lorenzo, diverso da come lo conosciamo visto che è più un pilota da fughe che da battaglie solitamente: «Alla prima curva ho visto una Ducati all’interno con la gomma vicina al mio ginocchio, pensavo fosse Dovizioso perché partiva quarto. Dopo ho visto che si trattava di Lorenzo e mi sono chiesto come fosse partito. Ha spinto molto all’inizio, attaccava. Si può fare una parte di gara così, ma poi non è la cosa migliore per la gomma».

Il fenomeno del team Repsol Honda racconta quanto complicato sia correre una gara in una situazione simile a quella vista oggi in pista ad Assen: «E’ stata una gara difficile, se pensavi a quello davanti ti passava quello dietro e se pensavi a quello dietro dopo non potevi superare quello davanti. Quando è così devi attaccare in tutte le curve, sennò ti superano».

Una curiosità finale sul sorpasso fatto su Alex Rins, guarda caso nello stesso punto in cui il connazionale lo aveva passato prima. Marc ammette: «Volevo sorpassarlo sullo stesso punto».

Matteo Bellan