Aggressione al paparazzo: le ultime novità che inguaiano Iannone. E Belen…

Lo spiacevole episodio che ha coinvolto il pilota di MotoGp Andrea Iannone, fidanzato di Belen Rodriguez, con un paparazzo nei giorni scorsi potrebbe avere un risvolto assai negativo per lo stesso Iannone. L’aggressione al fotografo forse un po’ troppo invadente, infatti, potrebbe avere delle conseguenze gravi per lui, dopo la denuncia a suo carico scattata negli scorsi giorni

La reazione del pilota di MotoGp, secondo quanto riportato dal settimanale ‘Chi’, che per primo ha riportato la notizia, sarebbe stata davvero spropositata. Questa la testimonianza di Salvatore Robino, il fotografo aggredito, sempre affidata al settimanale di Alfonso Signorini: ”Ero con un collega a seguire Belen e Andrea all’ingresso del locale Lio. Quando sono usciti ho iniziato a seguirli in moto. Dopo un po’ Andrea mi ha riconosciuto, i primi giorni ad Ibiza mi disse ‘scattami subito delle foto e poi lasciami in pace’. Così ho fatto, ma in questo caso c’era Belen e non potevo lasciarmeli scappare. Ha fermato la macchina davanti al Pacha, sono scesi lui e un suo amico. Io avevo le mani appoggiate al manubrio della moto per non farla cadere e Iannone mi ha stretto il collo, mi ha detto: ‘Ti ammazzo, la devi smettere’. Poi – ha proseguito Robino – ha preso le chiavi della moto, attaccate c’erano quelle di casa. Mi ha rubato le chiavi. Per fortuna avevo una copia di quelle della moto, divido la casa con un altro inquilino che mi ha aperto”.

In seguito all’aggressione, il fotografo sarebbe andato in ospedale: “Mi hanno fatto una lastra e mi hanno dato una prognosi di 7-10 giorni. Poi sono corso al commissariato a denunciare l’aggressione e il furto per andare a riprendere le chiavi. Non ho niente contro Iannone, ma la sua reazione è stata spropositata”. Si chiude così il racconto di Robino, che potrebbe portare ad avere delle conseguenze gravissime per il fidanzato di Belen Rodriguez. Vedremo quale sarà il proseguo di questa spiacevole vicenda.