MotoGP Assen, Qualifiche: tempi e griglia di partenza

Al termine di un’emozionantissima Q1 Johann Zarco e Alex Rins conquistano sul filo di lana l’accesso alla Q2 del GP di Assen, dopo aver avuto la meglio su Takaaki Nakagami, Tito Rabat, Hafizh Syahrin e Jack Miller. Nella parte nobile delle qualifiche è subito Marc Marquez a recitare la parte del leone in 1’33″330, con Alex Rins che insegue con 169 millesimi di gap. Jorge Lorenzo lamenta impennamento all’anteriore della sua Desmosedici, mentre Valentino Rossi, dopo la caduta alla curva 7 nella FP4, sembra aver perso il feeling con la sua Yamaha M1. Ma nelle fasi finali Valentino riesce a conquistare la prima fila con il terzo miglior corno, preceduto da Cal Crutchlow e Marc Marquez che partirà in pole position per la 75esima volta, la sua prima pole qui ad Assen.

“Vale ha fatto il Vale, ha fatto una qualifica strepitosa, conservativo con la prima gomma probabilmente a causa della caduta in FP4. Con la seconda gomma ha fatto un tempone, a 2 decimi dal tempo stratosferico del 2015 quando fece la pole, quindi siamo contenti e vediamo domani per la gara”, ha detto Matteo Flamigni a Sky Sport MotoGP. “Dobbiamo trovare alcuni decimini sul passo gara, ma stanotte ci proviamo”.

“Arrivo da un week-end dove sto guidando bene e mi trovo bene con la moto e con le gomme – ha spiegato Valentino Rossi -. Secondo me è stato molto importante fare tre giri con la prima gomma, perchè prima sono caduto, poi purtroppo ho dovuto fare la seconda uscita con la dura sul davanti, ho perso un po’ di feeling. Allora ho fatto tre giri all’inizio della qualifica e lì ho ripreso le mie linee, ho compreso come fare e alla fine è un gioco di chi aspetta di più, avevo un buon grip con la seconda gomma… In certe situazioni ci vuole anche un po’ di fortuna”.

1
93
M. MARQUEZ
1:32.791
2
35
C. CRUTCHLOW
+0.041
3
46
V. ROSSI
+0.059
4
4
A. DOVIZIOSO
+0.079
5
42
A. RINS
+0.142
6
25
M. VIÑALES
+0.193
7
41
A. ESPARGARO
+0.238
8
5
J. ZARCO
+0.281
9
29
A. IANNONE
+0.329
10
99
J. LORENZO
+0.376