Sebastian Vettel: “Dovrò qualificarmi in prima fila”

Sebastian Vettel (Getty Images)


F1 | Sebastian Vettel: “Dovrò qualificarmi in prima fila”

Nella giornata del dominio Mercedes, Sebastian Vettel non si perde d’animo. Quarto al mattino e terzo al pomeriggio il ferrarista ha cominciato il weekend austriaco della F1 facendo paura alla diretta concorrenza non tanto sul giro secco quanto sul passo gara, apparso valido abbastanza da poterlo inserire nella lotta per la vittoria.

Penso che ci sia sempre del margine di miglioramento. Lo abbiamo, ma sono comunque contento di come sono andate le cose nelle prime due sessioni di prove libere”, ha dichiarato il tedesco al termine.
Spaventose in termini di velocità di punta, le Frecce d’Argento hanno reso chiaro una volta in più al campione di Heppenheim che sabato pomeriggio ci sarà bisogno di tirare fuori il massimo dalla vettura per assicurarsi una partenza più avanzata possibile, considerato che al Red Bull Ring i sorpassi non sono così semplici da effettuare.

E’ sempre importante qualificarsi in prima fila, ma qui lo è in particolar modo perché è difficile superare gli altri piloti in corsa“, ha proseguito nella disamina di quanto successo questo venerdì. “Credo di essere riuscito a dimostrare che la rapidità non ci manca, inoltre normalmente al sabato siamo più forti. Spero dunque che sia così anche domani, poi domenica vedremo.Comunque l’obiettivo è centrare i primi due posti”.

Il giorno d’apertura a Spielberg ha visto un po’ tutto il gruppo commettere diversi errori. Nello specifico, in tanti sono finiti larghi danneggiando pesantemente l’ala anteriore. I casi più eclatanti, quello di Stoffel Vadnoorne con la McLaren e Pierre Gasly con la Toro Rosso.

“Questi cordoli non sono un problema se non ci si va sopra, ma quando si spinge tanto è normale sfruttarli e lo possono diventare. Per noi però non ci sono stati guai a tal riguardo e mi auguro che vada avanti così”, ha concluso Seb.

Chiara Rainis