MotoGP Assen, Dovizioso: “Siamo veloci, ma non basta”

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso (©Getty Images)

MotoGP Assen, Dovizioso: “Siamo veloci, ma non basta. Bisogna ancora migliorare”.

Andrea Dovizioso ha il sesto tempo al termine della prima giornata di Prove Libere MotoGP ad Assen. Sembra iniziato abbastanza bene il weekend in Olanda per il team Ducati, anche se ci sono dei miglioramenti da fare per giocarsi podio e vittoria.

I migliori sul passo sembrano essere Marc Marquez e Maverick Vinales, però i due ducatisti possono avvicinarsi. Il Dovi sul giro secco non ha espresso tutto il proprio potenziale, però a livello di ritmo è apparso soddisfatto. Ha lavorato con la Desmosedici GP18 dotata di carenatura alata, soluzione che dovrebbe essere adattata anche per Qualifiche e Gara.

MotoGP Assen, Dovizioso dopo le Prove Libere

Andrea Dovizioso al termine di questa giornata di Prove Libere ad Assen si è concesso ai microfoni di Sky Sport MotoGP. Queste le sue considerazioni: «Il tempo sul giro secco non mi ha tanto soddisfatto, ho trovato un po’ di piloti che mi aspettavano. Alla fine spesso il giro non viene bene con questi tiri e molla, si poteva fare meglio. Comunque quello non è il punto importante di oggi».

In seguito il pilota Ducati viene interpellato sul lavoro svolto oggi sullo storico circuito olandese e si mostra abbastanza contento, seppur desideroso di effettuare nuovi progressi per raggiungere un livello maggiore di competitività: «Sì, soddisfatto. Un po’ sorpreso, perché a metà turno con le gomme della seconda uscita siamo riusciti a fare un passo esagerato. Non me lo aspettavo. Oggi pomeriggio c’era un po’ di vento laterale e le moto si muovono un po’. Siamo riusciti ad essere veloci, però non basta. Dobbiamo migliorare ancora degli aspetti, perché ho già visto che qualche pilota ha buon passo. Le previsioni dei tre giorni sono buone e abbiamo il tempo di migliorare».

Infine Dovizioso ha spiegato quali gomme ha usato e confermato che dovrebbe correre con la carenatura alata anche domani e domenica: «Siamo partiti con media davanti e dura bene, soluzione che ha funzionato abbastanza bene. Come ci aspettavamo. Però dobbiamo fare più giri per capire la gomma dietro. Moto con le ali? Sembra che prenderemo questa strada, se non sei messo male è meglio evitare troppe prove. Nei prossimi giorni ci sarà un po’ di vento e le ali ci possono stare».

 

Matteo Bellan