Dani Pedrosa
Daniel Pedrosa (©Getty Images)

MotoGP Assen, Dani Pedrosa non farà nessun annuncio

Al Montmelò una folta rappresentanza di giornalista è rimasta delusa per il mancato annuncio di Dani Pedrosa sul suo futuro. Assen sembrava essere il luogo ideale e il momento giusto per dare l’annuncio dell’approdo nel nuovo team SIC Petronas Yamaha, ma anche stavolta non ci sarà nessun annuncio. In Catalunya decine di giornalisti, troupe televisive e fotografi si erano precipitati alla conferenza stampa dell’HRC Hospitality, dove il triplo campione del mondo si è scusato diverse volte. “Pensavo di poter condividere qualcosa. Ma posso solo dire che ho diverse opzioni per il 2019”. Queste opzioni erano tre: Petronas Yamaha, il Mondiale Superbike con Kawasaki nel team ufficiale al fianco di Johnny Rea o l’addio alle gare dopo 13 anni nella squadra Repsol Honda con 31 vittorie MotoGP e una sfilza di podi.

Petronas-SIC vuole un proprio team

L’annuncio non ci sarà ad Assen perchè Razlan Razali, CEO del Circuito Internazionale di Sepang, vuole avere la situazione chiara al 100%, perchè Petronas e il tracciato di Sepang appartengono al governo malese e non dovranno esserci complicazioni. Ciò significava che una joint venture o una sublocazione con Marc VDS o ‘Aspar’ Martinez non era un’opzione plausibile. Razali, Petronas e SIC vogliono essere proprietari del team e quindi acquistare la squadra di Jorge Martinez. Nell’attesa Dani Pedrosa vorrebbe garanzie per poter avere materiale ufficiale per la sua futura Yamaha M1. Yamaha potrebbe schierare una terza moto ufficiale qualora Petronas decidesse di mettere una certa somma di denaro sul tavolo delle trattative. Intanto Lin Jarvis è costretto ad attendere qualche giorno in più per l’ordine del materiale 2019 inizialmente fissato per fine giugno e rinviare l’annuncio al prossimo GP di Germania in programma dal 12 al 15 luglio se non prima. Dani Pedrosa sarà presente alla conferenza stampa pre-evento di Dorna alle 17:00 di oggi e dovrà rimandare indietro i giornalisti curiosi. Ma l’accordo Pedrosa-Yamaha-Petronas è solo questione di giorni.