Maverick Vinales: “Certe volte piango nei box. Con Rossi sono felice”

Lo spagnolo ha parlato a cuore aperto

Maverick Vinales (Getty Images)

MotoGP | Maverick Vinales: “Certe volte piango nei box. Con Rossi sono felice”

Maverick Vinales non sta vivendo di certo una stagione da incorniciare. Sinora il suo unico acuto è rappresentato dal 2° posto ad Austin, poi una serie di prestazioni mediocri. Nonostante ciò però grazie al fatto che in questa stagione lo spagnolo non è mai caduto è comunque 3° nella graduatoria mondiale a 38 punti dal leader Marquez.

Come riportato dai colleghi di “Marca”, Maverick Vinales ha così commentato il suo attuale momento: “Io do sempre il 100%. Quando la moto funziona sono lì davanti, quando non funziona devo sopportare e stare dietro. Da parte mia proviamo ad essere motivati e forti, non mi arrendo mai. Io non mi sento prigioniero. Ho scelto io il mio destino. Mi sento in parte un po’ frustrato perché non riesco a mostrare il mio potenziale”.

Difficile dare sempre il massimo in queste condizioni

Lo spagnolo ha poi continuato: “Ho ancora tanto da dare. Quando una moto è buona ci sei. Lo si vede con Ducati e Honda. La squadra sta lavorando tanto per portarci allo stesso livello degli altri. Spero un giorno di avere la stessa moto di Marquez, nel senso di avere quel 100% che ha lui”.

Maverick Vinales ha poi ammesso: “L’anno scorso ho pianto nei box e quest’anno continuo a farlo. Sono una persona molto competitiva. Conosco il mio livello, so dove potrei essere. Sono molto realistico con me stesso e autocritico. Mi fa arrabbiare essere lì 7° a combattere con i team clienti conoscendo il mio livello. Tutto era cominciato bene qui in Yamaha, poi è andato storto”.

Quando gli si chiede se il team stia dando il 100% sempre il rider ha poi affermato: “In certi momenti no. Ci manca un po’ di fortuna. Poi a causa della situazione è difficile dare sempre il massimo perché poi vedi che c’è sempre lo stesso problema: le gomme da gara. Si è tanto parlato del mio rapporto con Valentino, ma sono molto felice con lui. Ho un ottimo rapporto con Vale, diverso è in pista dove ognuno lotta per primeggiare. Non sarò mai arrabbiato con lui, sono cose di gara. Fuori dalla pista è un mondo a parte”.

Antonio Russo