Tanti auguri Max Biaggi: il Corsaro compie 47 anni

Max Biaggi

Tanti auguri Max Biaggi: il Corsaro compie 47 anni

Oggi Max Biaggi compie 47 anni. Nato a Roma il 26 giugno 1971 inizia piuttosto tardi con la corse in moto: per il suo 17º compleanno gli fu regalata una minimoto e poco dopo iniziò a partecipare a gare professionistiche nella categoria della classe 125 cc nel 1989, a 18 anni. Un anno dopo divenne campione italiano nella categoria Sport Production, con moto derivate strettamente dalla serie. Viene notato da Aprilia che subito lo ingaggiò per la classe 250 e nel 1991 divenne campione europeo e terzo nel campionato italiano alla guida di una Aprilia del Team Italia.

Nel 1992 partecipò alla prima intera stagione del Motomondiale concludendo al 5° posto, con la prima vittoria arrivata in Sudafrica. Dopo una stagione in sella alla Honda nel 1993, l’anno dopo tornò in Aprilia diventando campione del mondo nella serie cadetta, titolo che riconfermerà per quattro anni consecutivi, l’ultimo con la Honda.

Il salto nella Top Class

Nel 1997 effettuò il salto nella classe regina in sella alla Honda debuttando con un successo in Giappone, ma a fine campionato dovette arrendersi a Mick Doohan. Dal 1999 al 2002 per Max Biaggi si aprì l’era Yamaha, ma erano gli anni d’oro di Valentino Rossi a cui si è dovuto arrendere in molte occasioni. Convinto che la Yamaha non fosse competitiva, nel 2003 Biaggi tornò alla Honda in un team satellite, nel 2005 saltò sulla moto ufficiale, ma conquistò appena quattro podi, in una delle stagioni più deludenti della sua carriera.

Dalla SBK all’incidente di Latina

Dopo un anno sabbatico annunciò il passaggio in Superbike con Suzuki con cui ottenne tre vittorie e il terzo posto finale all’esordio nella nuova categoria. L’anno successo passò in Ducati ma senza ottenere vittorie, poi dal 2009 l’ingaggio con Aprilia con cui ottenne due titoli iridati in quattro stagioni. Il 7 novembre 2012, con una conferenza stampa all’autodromo di Vallelunga, Biaggi annunciò il suo ritiro dall’attività agonistica.

Nel 2015, dopo due anni e mezzo di lontananza dalle corse, torna in sella divenendo collaudatore del team Aprilia Racing e torna a competere nel campionato mondiale Superbike partecipando come wild card ai GP di Misano e di Sepang cogliendo il podio nella prova malese. Poi l’evento che ha segnato la sua vita: il 9 giugno 2017, in allenamento al circuito “Il Sagittario” di Latina, ha subito un grave incidente riportando fratture multiple e un trauma cranico; in seguito alle conseguenze di tale infortunio e allo shock subito, il successivo 18 luglio decide di ritirarsi dall’attività agonistica. Oggi Max compie 47 anni e prosegue con l’attività di team manager con un team tutto suo che aspira ad entrare in Moto3.