F1, Kimi Raikkonen firma un nuovo record

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

F1 | Kimi Raikkonen firma un nuovo record

Con la schiacciante vittoria di domenica scorsa sul circuito di Le Castellet Lewis Hamilton ha infranto un altro importante primato che portava il nome di Michael Schumacher: il numero di successi su tracciati differenti. Con il centro della Francia l’inglese, che ha raggiunto quota 65, si è così imposto su 23 piste diverse contro le 22 del Kaiser, inarrivabile fino ad ora.

Sempre al Paul Ricard, è caduto un altro record, appartenuto questa volta ad Alain Prost. Con il terzo posto ottenuto in Provenza, il ferrarista Kimi Raikkonen ha calcato il podio in ben 30 sedi differenti lasciandosi alle spalle di una lunghezza il Professore ed Ham, mentre Schumi è fermo a 27.

La vittoria non è un’ansia

A proposito di Iceman, nel recente weekend di gara si è parecchio discusso del suo futuro e soprattutto del possibile arrivo in Ferrari del promettente Charles Leclerc, oggi 14° nella generale con la piccola Alfa Romeo Sauber con 11 punti. Autore di un avvio di 2018 altalenante, il finnico ultimamente sta faticando molto in qualifica, un handicap che pur privandolo della possibilità di lottare per la prima piazza, non lo disturba.

Non so come mai le qualifiche siano diventate per me più complicate, ma ci stiamo lavorando su per risolvere la situazione. Non si può peggiorare all’improvviso”, ha commentato filosofico. Allo stesso modo il 38enne di Espoo ha risposto diplomatico alla domanda se trovando la quadra e strappando magari quel successo che gli manca dal lontano 2013 non darebbe una chiusura più soddisfacente alla sua lunga carriera o comunque non gli regalerebbe un plus.

“Di certo i risultati non influenzano il mio modo di guidare. Ho vinto in passato e non vedo perché non dovrei farcela ancora. Detto ciò, è vero, manco dal gradino più alto del podio da parecchio, ma anche qualora dovessi riuscirci non mi renderebbe un pilota diverso“, ha precisato Raikkonen.

Chiara Rainis