Volkswagen nella storia con la I.D. R Pikes Peak

Volkswagen nella storia con la I.D. R Pikes Peak alla Pikes Peak International Hill Climb.

19,99 chilometri, 156 curve, un solo tentativo… vincente! Romain Dumas ha ottenuto il suo quarto successo alla Pikes Peak International Hill Climb che si è tenuta 96 volte dal 1916. Con la I.D. R Pikes Peak, la Volkswagen ha creato un’auto da competizione straordinaria, creata appositamente per le sfide della più famosa delle cronoscalate: una combinazione di peso minimo, massimo carico aerodinamico possibile e potenza massima, progettata per ottenere le migliori prestazioni possibili.

La I.D. R Pikes Peak pesa meno di 1.100 chilogrammi comprese le batterie. Nel valutare le prestazioni, la Volkswagen ha utilizzato software di simulazione per calcolare precisamente come ottenere la massima efficienza e le migliori prestazioni per tentare il record alla Pikes Peak. Quanto all’aerodinamica, la sfida era compensare la perdita di carico dovuta alla minore densità dell’aria in quota. I risultati di questa impresa sono ben visibili: il telaio piatto e affusolato e il grande alettone posteriore.

Glicerolo, partner e Dumas

L’elettricità necessaria è stata fornita da generatori collocati alla base della Pikes Peak. Il glicerolo (chiamato anche glicerina) è stato scelto come carburante. Composto organico che è anche un residuo di scarto nella produzione del biodiesel, il glicerolo brucia praticamente senza produrre emissioni dannose o residui. Il glicerolo di per sé è atossico e viene persino utilizzato come additivo nell’industria alimentare e cosmetica.

La Volkswagen ha potuto contare su alcuni partner molto importanti per il tentativo di record alla Pikes Peak, ossia Volkswagen R, ANSYS, Michelin, Integral e-drive e OMP. Per merito della Volkswagen R, la I.D. R Pikes Peak ha ricevuto un marchio di qualità sportivo fin dall’avvio che si è poi più che guadagnata sul campo con il nuovo record. Anche ANSYS ha dato un contributo determinante al successo fornendo supporto con le simulazioni software. Un altro contributo fondamentale è venuto dalla grande esperienza alla Pikes Peak del produttore di pneumatici Michelin che ha fornito una tecnologia ideale per i requisiti della cronoscalata. I motori elettrici della I.D. R Pikes Peak capaci di erogare in totale 500 kW (680 CV) sono stati sviluppati insieme a Integral e-drive.

“Fantastico! Con questo risultato abbiamo superato persino le nostre stesse aspettative – ha detto Romain Dumas, pilota della Volkswagen I.D. R Pikes Peak -. Sin dai test settimanali abbiamo capito che potevamo puntare a battere il record assoluto. Per farcela, avevamo bisogno che tutto funzionasse alla perfezione, dalla tecnologia al pilota. Senza dimenticare il ruolo del meteo. Che sia andato tutto così bene è una sensazione incredibile e il nuovo record alla Pikes Peak è la ciliegina sulla torta. Ancora non riesco a realizzare che ci sia il mio nome accanto a questo tempo incredibile. La I.D R Pikes Peak è l’auto più impressionante che abbia guidato in una gara. La propulsione elettrica cambia molte cose e ho imparato tanto durante questo progetto. La squadra ha lavorato con incredibile meticolosità e allo stesso tempo in modo tranquillo. Non abbiamo solo ottenuto un grande risultato, abbiamo anche creato uno spirito di squadra ideale. Sono incredibilmente orgoglioso di aver fatto parte di tutto questo”.