GP Francia, Vettel: “Mio errore, punizione meritata”

Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1| GP Francia, Vettel: “Mio errore, punizione meritata”

Non si è creato troppi problemi ad ammettere il proprio errore Sebastian Vettel. Autore di un tamponamento ai danni di Valtteri Bottas al pronti via del GP di Francia, nello spazio di pochi metri il tedesco della Ferrari ha dovuto archiviare qualunque speranza di vittoria accontentandosi di un quinto posto che lo ha fatto scivolare in seconda posizione nella generale a 14 punti da Lewis Hamilton, vincitore al Paul Ricard.

E’ stato un mio errore, ho ricevuto la penalità e l’ho incassata. E’ un peccato perché credo che avessimo il potenziale per provare ad arrivare più in alto”, ha confidato ai microfoni di Sky Sport F1 HD. In grado di mettere in scena una rimonta forsennata, aiutata con intelligenza dalla mossa del muretto di farlo fermare nelle battute finali per montare le veloci ultrasoft Seb ha fatto mea culpa.

“Non credo che Ham abbia frenato in anticipo. Io penso di avere fatto una buona partenza, di essere stato il migliore dei primi tre, però non avevo più spazio”, ha ammesso. “Il problema è che anche lo start di Valtteri è stato abbastanza buono, quindi mi sono trovato senza spazio a destra o a sinistra perché Lewis copriva l’interno. O andavo fuori, oppure cercavo di fare più lentamente la curva 1. Bottas e Verstappen hanno cercato di sfilarmi all’esterno con più velocità, ho provato ad uscirne, ma ho fatto un bloccaggio e non ho avuto più aderenza”. Parlando poi dei 5″ di penalità a lui inflitti dai commissari ,il quattro volte iridate ha detto: “La colpa è mia, quindi la punizione è stata equa e alla fine non ha contato neanche più di tanto. E’ un peccato perché ho rovinato la gara del mio avversario, oltre alla mia. Con questa macchina sarei potuto arrivare sul podio“.

Chiara Rainis