MotoGP, Marc Marquez: “Essere sotto pressione mi aiuta”

Marc Marquez
©Getty Images

MotoGP, Marc Marquez: “Essere sotto pressione mi aiuta”

Marc Márquez ha aumentato il suo vantaggio nella classifica generale della MotoGP al GP di Barcellona. Non ha avuto alcuna possibilità contro il suo futuro compagno di squadra Jorge Lorenzo ma ha esteso il suo vantaggio a 27 punti sull’inseguitore Valentino Rossi, a +49 punti su Andrea Dovizioso reduce da una caduta. La pressione è tutta sul pilota spagnolo, solo lui può perdere il settimo titolo mondiale.

Una situazione che sprona la stella della Honda invece di renderlo nervoso. “Certo che preferisco questa situazione rispetto all’anno scorso. A questo punto della stagione non siamo molto indietro rispetto allo scorso anno. Il mio feeling con la moto è molto più importante della classifica generale”, ha dichiarato Márquez. “Mi sento come nella seconda parte della stagione 2017. Se abbiamo problemi, siamo ancora sul podio. Se mi sento forte, allora posso vincere. È fondamentale”.

Assen e i diretti inseguitori

Comunque vada sarà un successo, raramente El Cabroncito commette errori grossolani in gara, per vincere serve velocità e concentrazione. “Il leader della Coppa del Mondo è sotto pressione, ovviamente, ma mi piace quella pressione. Normalmente, lavoro più concentrato “, ha detto Marc Márquez. “Tutto funziona meglio”. Ad Assen bisogna attendersi un altro week-end favorevole alle Yamaha, almeno sulla carta. “Assen è una pista molto diversa dal Mugello e da Barcellona. Sarà interessante. Mi aspetto che Yamaha sarà molto forte lì, perché ci sono molti rapidi cambi di direzione. Ma dobbiamo aspettare, anche il tempo che qui ha un grande impatto”.

A due gare dalla pausa estiva chi è il principale concorrente del campione Repsol Honda? “Questa è una stagione strana, perché Dovi è stato incredibilmente coerente per tutta la sua carriera fino ad ora. Si è schiantato tre volte nelle ultime quattro gare. Questo non è normale. La sua velocità è buona, ma ora anche Jorge è diventato più forte. Ma dobbiamo aspettare e vedere come si sviluppano le cose su altre piste, perché il Mugello e Barcellona sono molto simili”. Anche se Valentino Rossi non ha avuto la possibilità di vincere nel 2018, per Márquez è uno dei contendenti al titolo. “I piloti Yamaha sono subito dietro nella classifica generale. Soprattutto Valentino è forte e molto coerente. Ma mi sento bene con la mia moto che è la cosa più importante”.