Esclusivo Fabio Barone: “Speed World Record in Marocco ultima impresa”

Fabio Barone
Fabio Barone

Nuova impresa in vista per Fabio Barone. Il presidente del Ferrari Club Passione Rossa è al lavoro per tentare un nuovo Speed World Record in Marocco. Una gara contro il tempo che potrebbe regalare nuove soddisfazioni al pilota dopo quelle passate come accaduto ad esempio sulla strada di Tianmen Mountain Road. Barone ha parlato in esclusiva a Tuttomotoriweb.com per fare il punto su quella che sarà la prossima sfida: “Sto riscontrando molto interesse per quella che di fatto sarà la mia ultima sfida. Penso sia giunto il momento di smettere, siamo stati in Marocco per fare le prove e abbiamo percorso circa 1350 km per i test. La maggiore difficoltà di questo tentativo di record è sicuramente rappresentato da un chilometro in discesa che va a sollecitare in maniera decisa l’automobile. Si tratta di un tracciato di 8 km, ma dopo la discesa ti trovi ad affrontare gli ultimi 3 km con l’auto che ha già dato molto e non è semplice. Un altro problema è sicuramente rappresentato dall’asfalto. Ci troveremo su un tracciato in montagna ed il vento porta sempre la sabbia che complica la situazione”.

Fabio Barone a caccia di un nuovo Speed World Record in Marocco

Barone ha poi proseguito parlando anche dell’evento di presentazione alla sua prossima sfida: “Il tentativo di record si terrà il prossimo 4 ottobre, noi andremo lì una settimana prima anche se già a settembre saremo di nuovo in Marocco per gli ultimi test. Siamo molto soddisfatti del lavoro dei nostri partner. Abbiamo deciso di passare a Michelin e siamo sicuri che sia stata la scelta giusta. OMP ha realizzato una tuta ad hoc per questa corsa. Capristo ha fatto un ottimo lavoro sulla vettura andando a realizzare un nuovo impianto di scarico molto performante. Il 21 luglio presenteremo l’auto che utilizzeremo per il record in Marocco a Cinecittà World, un parco che si presta in maniera ottimale alle nostre esigenze e ci sarà anche una simulazione di pit stop dell’automobile”.