Valentino Rossi mai in testa, Lorenzo e Marquez “leaderano” sempre loro

Il Dottore non ha mai comandato una gara nel 2018

Jorge Lorenzo, Valentino Rossi e Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP | Valentino Rossi mai in testa, Lorenzo e Marquez “leaderano” sempre loro

Questa è una stagione davvero molto particolare. Tanti i piloti che sin qui si sono distinti.  Soprattutto molti i rider che hanno vissuto la gioia del podio e della vittoria. Nelle prime 7 gare della stagione si sono già visti ben 4 vincitori diversi: Dovizioso, Crutchlow, Marquez e Lorenzo.

Di questi però solo Marc Marquez occupa i piani alti della classifica mondiale. Curioso il caso di Valentino Rossi e Maverick Vinales. I due rider Yamaha, infatti, sono 2° e 3° nel mondiale pur non avendo fatto mai neanche un giro in testa ad una gara in questa stagione.

KTM e Aprilia a bocca asciutta

In queste 7 gare, solo 7 piloti possono vantare almeno un giro in testa ad una gara. Al primo posto c’è Marquez con 63 giri seguito a ruota da Lorenzo con 62. Lo spagnolo della Ducati ha visto il proprio bilancio crescere enormemente dopo le ultime due gare che ha condotto praticamente in testa dall’inizio alla fine.

Alle spalle del futuro dream team Honda c’è Zarco che è stato per 19 giri in testa, tutti o quasi accumulati nella prima gara in Qatar dove per 16 tornate diede l’impressione di poter fare suo il GP.

Dovizioso e Crutchlow, invece rispettivamente con 5 e 4 giri in testa possono vantare una vittoria ciascuno, mentre Miller in Argentina ha tagliato il traguardo davanti a tutti per 11 volte prima di arrendersi proprio al britannico del Team LCR. Un giro in testa, infine, anche per Rins.

Bilancio molto magro quindi per Valentino Rossi, che in questa annata non ha mai provato l’ebbrezza di essere in testa, nemmeno al Mugello dove pur era partito dalla pole. Per quanto concerne i marchi, a riprova della bontà del progetto Ducati, la Rossa, conteggiando anche i team clienti, vanta 78 tornate in testa.

Dietro c’è, invece, la Honda con 67 giri davanti a tutti. Terzo posto per Yamaha con i 19 giri di Zarco, ultima infine la Suzuki con un solo giro. Restano ancora a bocca asciutta quindi Aprilia e KTM. Una cosa però è certa, a “leaderare” in MotoGP ci pensano sempre Lorenzo e Marquez.

Antonio Russo