Pazienti ricoverati, ora sarà possibile scommettere sulla loro sopravvivenza

Il colosso americano sviluppa un nuovo algoritmo

Google (Getty Images)

News | Google prevede quando morirai, ha una precisione del 95%

La ricerca arriva direttamente dalla rivista “Nature” ed è griffata Google. A quanto pare il colosso americano sarebbe riuscito a sviluppare un algoritmo capace di prevedere quando moriremo con una precisione del 95%.

Google ha utilizzato l’intelligenza artificiale su una grande quantità di dati forniti da oltre 200mila pazienti ricoverati per almeno 24 ore in due centri medici. I ricercatori hanno incrociato i dati da ambiti divergenti includendo anche la morte, i nuovi ricoveri, la lunghezza del soggiorno e la diagnosi.

Questioni morali pesano sull’intelligenza artificiale

L’algoritmo sviluppato da Google è riuscito a prevedere il rischio di morte, il ricovero, la lunghezza della permanenza in ospedale e la diagnosi di dimissione. Il metodo si è dimostrato molto più preciso dei metodi precedenti.

In questi anni molto si è discusso di intelligenza artificiale, soprattutto da un punto di vista sociologico. La paura è che le nuove tecnologie possano prendere il sopravvento sull’intelligenza umana in uno scenario un po’ post apocalittico.

Naturalmente in tal senso subentrano anche tanti altri problemi come il trattamento dei dati. Alcune intelligenze artificiali come quelle progettate da Google o da Apple, infatti, ogni giorno immagazzinano centinaia dei nostri dati personali e diventa quindi moralmente problematico pensare che una singola azienda è in grado di gestire una mole così importante di dati intimi delle persone.

Antonio Russo