Yamaha aggrappata a Valentino Rossi, quasi record negativo storico

Il team giapponese è senza successi da un anno

Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP | Yamaha aggrappata a Valentino Rossi, quasi record negativo storico

Il 25 giugno 2017 Valentino Rossi trionfava ad Assen in una gara strana, caratterizzata da tante cadute e dall’asfalto umido. Il rider italiano dopo una lotta con Danilo Petrucci riuscì a ritornare al successo dopo un lungo digiuno. Oggi, un anno dopo, la Yamaha ricorda quella gara come la sua ultima affermazione in MotoGP.

Eppure sino a quel momento la Yamaha stava letteralmente volando. Valentino Rossi veniva da 3 podi e una vittoria, mentre Maverick Vinales addirittura sino a quel momento aveva portato a casa un secondo posto e 3 successi.

Tra le peggiori Yamaha di sempre

Da quel momento in poi però la luce ad Iwata si è spenta, da Assen, Valentino Rossi ha portato a casa solo altri due podi, mentre Vinales solo altri tre. Nel 2018, invece, le cose sono cominciate così come erano finite. Sinora lo spagnolo ha portato a casa solo un 2° posto ad Austin, mentre il Dottore è arrivato 4 volte sul podio.

Ad oggi sono ben 17 gare consecutive senza vittorie per Yamaha che è ad una sola lunghezza dalla sua striscia record di gare senza successi in MotoGP stabilita a cavallo tra il 2002 e il 2003. In quel frangente dopo l’affermazione di Max Biaggi a Sepang bisognerà attendere poi l’esordio proprio di Valentino Rossi con il team di Iwata per rivedere una Yamaha sul gradino più alto del podio.

Ad Assen quindi la Yamaha potrebbe stabilire un clamoroso record negativo come la striscia senza successi più lunga della sua intera storia. Il Dottore per ora sta provando a tenere insieme i pezzi, ma ad oggi sembra davvero complicato immaginare lui o Vinales sul gradino più alto del podio in Olanda.

Antonio Russo