Montezemolo: “L’anno di Vettel. Vi spiego come convinsi Schumi a tornare”

Investitura per il tedesco da parte dell'ex presidente Ferrari

Sebastian Vettel e Michael Schumacher (Getty Images)

F1 | Montezemolo: “L’anno di Vettel. Vi spiego come convinsi Schumi a tornare”

Mentre Sebastian Vettel sta cercando di riportare in vetta al mondo la Ferrari, alle sue spalle c’è una storia lunga più di 70 anni che racconta di successi e di gloria. In quella storia però un posto speciale lo occupa Luca Cordero di Montezemolo, che da presidente ha costruito la Rossa più vincente di sempre.

Come riportato da “Motorsport.com”, Montezemolo, a margine della presentazione della mostra su Michael Schumacher ha così dichiarato: “Penso spesso a Michael, quasi ogni weekend di gara. Lui era un fan di Sebastian Vettel. Quando ho assunto Seb, perché fui io a convincerlo, credo che Michael sarebbe stato molto contento, lui mi disse qualche anno prima che credeva fosse perfetto per la Ferrari“.

Vettel nella scia di Schumacher

L’ex presidente della Ferrari ha poi continuato: “Michael ha vinto tanti titoli con noi, Seb sfortunatamente ancora no. Spero di vedere presto una nuova Era e che possa vincere consecutivamente tanti titoli come fece Michael. Penso che sia un pilota forte, spero possa seguire l’esempio di Schumacher, anche se non sarà facile. Forse può essere l’anno buono per lui”.

Parlando del campionato 2018 ha aggiunto: “Spero Sebastian Vettel non senta troppo la pressione. Per ora la Mercedes non ha dato segnali incoraggianti. Seb è molto forte e quest’anno può contare su una grande macchina”.

Infine Montezemolo ha raccontato di come convinse Schumacher a ritornare in pista dopo l’incidente di Massa: “Ero triste dopo quello che era accaduto a Felipe a Budapest nel 2009. A quel punto chiamai Michael nel mio ufficio e gli ho detto: ‘Devi correre, devi farlo per me e per la Ferrari. Devi tornare’. Per circa mezz’ora fu quasi impossibile convincerlo, ma dopo un’ora mi disse: ‘Ok, non posso dirti di no’ e provò a correre”.

Antonio Russo