San Benedetto, acqua contaminata da idrocarburi: lotto ritirato

(foto dal web)

San Benedetto, acqua contaminata da idrocarburi: lotto ritirato dal mercato

Brutta notizia per il noto marchio Acqua San Benedetto. Infatti, un lotto prodotto dalla Gran Guizza di Popoli (Pescara) è stato ritirato dalla vendita per espressa richiesta del Ministero della Salute.

Il motivo? L’eccessiva presenza di idrocarburi, una contaminazione che avrebbe fatto male alla salute di coloro che avrebbero bevuto quell’acqua. La società ha provveduto al ritiro di tutte le bottiglie di acqua minerale da 0,5 litri del lotto 23LB8137E, con data di scadenza 16/11/2019. In una una nota ufficiale Acqua Minerale San Benedetto S.p.A. ha spiegato che «La decisione è stata presa a seguito dei campionamenti svolti dall’autorità sanitaria di competenza su alcune bottiglie prelevate presso un distributore automatico di bevande refrigerate che hanno rilevato una non conformità dovuta al superamento dei limiti per contaminanti idrocarburici aromatici».

L’azienda italiana ci ha tenuto a specificare che non bisogna consumare consumare i prodotti appartenenti al lotto indicato e che vanno restituiti al punto vendita. Il richiama riguarda solo ed esclusivamente l’acqua minerale Fonte Primavera imbottigliata presso lo stabilimento Gran Guizza di Popoli con il nome San Benedetto e limitatamente al lotto indicato. Gli altri prodotti dello stesso marchio non hanno fatto riscontrare anomalie nei valori durante i recenti test svolti dalle autorità competenti. La società sta collaborando con le Autorità competenti per l’accertamento delle eventuali cause e la risoluzione della problematica. Ovviamente presso lo stabilimento in questione verranno fatti opportuni controlli approfonditi. E’ importante che il problema sia stato scoperto e che Acqua San Benedetto faccia in modo che non ricapiti più.