Marc Marquez: “In Ducati è diverso se vince Lorenzo invece di Dovizioso”

Lo spagnolo vede delle differenze

Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP | Marc Marquez: “In Ducati è diverso se vince Lorenzo invece di Dovizioso”

Marc Marquez si è dovuto arrendere a quello che sarà il suo nuovo compagno di team nella prossima stagione a Barcellona. Nonostante ciò però grazie al 2° posto ottenuto è riuscito ad allungare ancora una volta sugli inseguitori. Ora, classifica alla mano, solo Valentino Rossi sembra poter impensierire lo spagnolo.

Peccato però che il Dottore ha dimostrato a più riprese di non avere una moto in grado di poterlo portare a lottare per il titolo. Indubbiamente però mancano ancora tante gare e se in Yamaha riusciranno a risolvere i problemi potrebbe tutto tornare in discussione.

Valentino primo avversario per il titolo

Come riportato da “Marca”, Marc Marquez a margine della gara ha così dichiarato: “Ci manca ancora qualcosa. Lorenzo utilizza bene l’accelerazione della Ducati, è importante, sembra che stia guidando la sua Yamaha. Aveva una grande confidenza con l’anteriore e frenava molto tardi, questo può fare la differenza”.

Sul rivale per il titolo ha poi affermato: “Dovizioso qui era molto forte, non so cosa gli stia succedendo, 3 zeri in 4 gare, questo Andrea non l’avevo mai visto. In questo momento uno dei principali rivali è Valentino. Dobbiamo risolvere alcune cose noi come la confidenza con l’anteriore”.

Infine Marc Marquez ha così commentato la vittoria di Lorenzo: “Ducati è un team di professionisti, c’è alle spalle una fabbrica e una squadra. Non ha importanza se vince un pilota piuttosto che un altro, vogliono solo vincere gare. Però ho visto vittorie di Dovizioso e queste di Lorenzo e posso dire che è stato tutto un altro film”.

Infine un pensiero per il giovane pilota spagnolo Andreas Perez deceduto nel CEV: “Questi sono momenti difficili, soprattutto perché parliamo di un ragazzino di 14 anni. Ho incontrato i genitori e c’è stato un minuto di silenzio in suo onore. Naturalmente la nostra passione non cala, ma indubbiamente queste cose ti fanno riflettere”.

Antonio Russo