Jorge Lorenzo: “Con questa Ducati avrei avuto risultati migliori prima”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

MotoGP Catalunya , Jorge Lorenzo: “Con questa Ducati avrei avuto risultati migliori prima”

Jorge Lorenzo ha conquistato il suo secondo successo di fila su Ducati nel Gran Premio di Catalunya 2018. Il maiorchino anche oggi ha attivato la modalità martillo, mostrando un passo veramente impressionante e costante.

Dopo Prove Libere e Qualifiche c’erano pochi dubbi che lo avremmo visto lottare per vincere. Ma in realtà la battaglia c’è stata solamente nei primi giri, anche perché il tre volte campione del mondo MotoGP non aveva fatto una partenza perfetta. Poi ha regolato i suoi avversari e imposto il proprio ritmo, evitando che Marc Marquez potesse rientrare. Un meritato successo per il futuro pilota del team Repsol Honda, che con questi risultati sta facendo venire qualche rimpianto alla casa di Borgo Panigale.

MotoGP Catalunya, Jorge Lorenzo dopo la vittoria

Jorge Lorenzo dopo la gara di Montmelò è intervenuto ai microfoni di Sky Sport MotoGP per commentare il proprio trionfo. Queste le sue parole: «Ho dimostrato che vinco anche senza essere primo alla prima curva, so anche rimontare e sorpassare. E’ stata una gara complicata per la brutta partenza che ho fatto. Però sono stato calmo. Rispetto a Marquez avevo qualcosa in più nelle staccate, non è stato difficile superarlo, anche se comunque lui era sempre lì. Quando Dovizioso è caduto e Marc era a un secondo mi sono detto che era l’opportunità per spingere e andare in fuga. Ce l’ho fatta».

Al maiorchino viene chiesto se ora Ducati debba puntare tutto su di lui perché in questo momento sta andando velocissimo: «Come succedeva in Yamaha, anche Ducati tratterà i due piloti alla stessa maniera. La moto è uguale per tutti e due, arriverà davanti a Valencia quello che sarà stato più regolare e veloce. Speriamo di riprendere Marquez, che è molto lontano come punti».

Jorge Lorenzo nelle ultime due gare ha fatto veramente la differenza, ormai il periodo grigio in Ducati è terminato: «Abbiamo un pacchetto moto competitivo, oggi probabilmente c’è la Ducati più completa della storia. Sia io che Dovizioso siamo molto competitivi, dobbiamo approfittare di questa opportunità. Penso che la moto funzioni in tutti i circuiti, anche se dobbiamo ancora vedere Sachsenring e Phillip Island. Non consuma tanto le gomme, abbiamo la possibilità di usare una gomma morbida davanti… Siamo in un buon momento, dobbiamo sfruttare questa vittoria e pensare alle prossime gare».

Il cinque volte campione del mondo prosegue la propria analisi post-gara: «Marquez ed io quando stiamo bene possiamo fare la differenza, e la stiamo facendo. Ducati somiglia alla Yamaha ora? Quello che fa la differenza è il pilota. Vedendo da fuori Petrucci sulla Ducati sembra una moto inguidabile, così come la Honda con Marquez. E’ il pilota che incide. La Yamaha era una moto più naturale per me, ma piano piano mi sto avvicinando a quella fluidità che avevo».

Jorge Lorenzo conclude parlando di cosa stia influendo sul suo cambiamento nelle ultime due corse del campionato MotoGP, da lui vinte: «C’è molta gente che dice che quello ha fatto più la differenza è stato un click mentale o sapere il mio futuro, ma non è così. Se avessi avuto questo pacchetto molto prima i risultati sarebbero stati migliori».

 

Matteo Bellan