Sylvester Stallone accusato di stupro: l’accusa è devastante “sesso a tre con una minorenne”

Sylvester Stallone
Sylvester Stallone (©Getty Images)

Sylvester Stallone accusato di molestie sessuali.

Sylvester Stallone è sotto indagine per reati sessuali. L’ufficio del procuratore distrettuale di Los Angeles, secondo quanto riportano i media Usa, sta indagando in particolare un caso sottoposto alla sua attenzione dal dipartimento di polizia di Santa Monica risalente agli anni Ottanta-Novanta. Caso che riguarda una denuncia contro l’attore che risale al 2017, ma la star americana nega nonostante un accurato dossier.

Il legale di Stallone Martin Singer, ha dichiarato che l’attore contesta categoricamente “le accuse rivoltegli dalla donna, che è a caccia di visibilità sui media”. Secondo la legge della California, l’attore non sarebbe neanche più perseguibile perché il presunto reato risalirebbe a dieci anni fa e quindi soggetto a prescrizione. Tuttavia nel 2016, dopo le accuse di molestie sessuali contro Bill Cosby, il governatore Gerry Brown ha approvato una legge che esclude dalla prescrizione alcuni reati di tipo sessuale come lo stupro o gli abusi sessuali su minor. Resta da capire se il caso relativo all’attore italo-americano rientra in questo genere di fattispecie o meno

La star ha ammesso di aver avuto una relazione con la presunta vittima, durante le riprese di un film in Israele nel 1987, mentre era single. Ma la situazione sarebbe ancor più insidiosa perchè non è l’unica accusa a suo carico: Sly è stato accusato di stupro anche da un’altra donna, all’epoca dei fatti minorenne. La violenza sarebbe avvenuta a Las Vegas a fine anni ’80, ma anche in questo caso l’attore ha respinto ogni accusa. I fatti si sarebbero svolti nel 1986 durante le riprese di “Over the Top” all’Hilton Hotel di Las Vegas, dove la fanciulla allora 16enne alloggiava con la sua famiglia. Stallone avrebbe invitato la ragazza nella sua stanza d’albergo ed avrebbe avuto con lei un rapporto sessuale consenziente. Successivamente, la vittima sarebbe stata costretta a rapporti a tre con la guardia del corpo di Stallone, Michael De Luca, deceduto in uno scontro a fuoco con la polizia nel 2013.