Valentino Rossi: “Buone sensazioni, ma Lorenzo è il più veloce”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Un Valentino Rossi abbastanza soddisfatto dopo la prima giornata di prove libere MotoGP a Montmelò. Dopo una FP1 chiusa con il miglior tempo, nella FP2 si è classificato solo undicesimo perché si è concentrato sul lavoro sulle gomme e non ha fatto il time-attack con pneumatico morbido al posteriore. Nella classifica dei tempi combinati delle due sessioni è quinto.

Domani in FP3 il pilota Yamaha dovrà confermare il proprio piazzamento in top 10 per evitare di passare dalla Q1 nelle Qualifiche. In teoria dovrebbe farcela, anche perché la M1 si comporta bene in Catalunya e lo dimostra anche il buon rendimento di Maverick Vinales. L’asfalto è stato rifatto e dunque rispetto a un anno fa non il team Movistar non è in crisi. Ovviamente, è presto per cantare vittoria. C’è da lavorare ancora parecchio, cosa che farà anche la concorrenza.

MotoGP Catalunya, Valentino Rossi dopo le Prove Libere

Al termine di questa prima giornata di Prove Libere MotoGP sono arrivate le dichiarazioni di Valentino Rossi. Ecco come si è espresso il nove volte campione del mondo sulle sessioni svolte sul circuito di Montmelò: «E’ stata una buona giornata, perché ho ottenuto un buon tempo sul giro del primo turno del mattino – riporta Speedweek -. Anche se era solo la FP1, è stata una sensazione piacevole. Nella seconda sessione mi sono concentrato maggiormente sulla scelta degli pneumatici, perché sarà ancora più cruciale che altrove. Domani sarà importante scoprire quali gomme possono darci un piccolo vantaggio per domenica. Abbiamo ancora molto lavoro da fare, abbiamo ancora molti chilometri da percorrere. Ma nel complesso, la sensazione di venerdì è positiva. Siamo in quinta posizione, non così male».

Giudizio positivo da parte del Dottore sui turni odierni in Catalunya. E’ andata bene, però bisogna ancora svolgere del lavoro per capire come migliorare e quali gomme utilizzare. Rossi ha aggiunto quanto segue sul suo passo: «Il ritmo per la gara è abbastanza buono, ma abbiamo molti piloti che ce l’hanno simile. Se vogliamo lottare per la vittoria o per il podio, dobbiamo migliorare. Dobbiamo modificare molto. Ma la prima impressione è positiva».

Valentino è contento del grip, che un anno fa gli diede molti problemi e che lo costrinse a chiudere solamente all’ottavo posto in gara: «L’aderenza della nuova superficie è buona, mi piace l’asfalto ora. Abbiamo meno urti e il nuovo layout è molto meglio. Ma i tempi sono sempre vicini. Ulteriori risultati dipenderanno dalla scelta delle gomme e da come miglioreremo domani. Abbiamo un po’ di sottosterzo nelle curve lente e dobbiamo trovare il giusto equilibrio per le gomme».

Ai microfoni di Sky Sport MotoGP il pilota Yamaha ha fatto il nome del pilota che gli sembra messo meglio: «Siamo tutti vicini, molti vanno forte e sembra che ci siamo anche noi. Bisogna capire con che gomma partire. Quello che va un po’ più forte di tutti è Lorenzo, però pure Marquez ha un buon passo».

 

Matteo Bellan