MotoGP Mugello, Dovizioso: “Fiducioso, sono veloce”. Lorenzo: “Podio vicino”

Andrea Dovizioso (Getty Images)

Per il team ufficiale Ducati deludenti gli ultimi gran premi. Andrea Dovizioso ha totalizzato due zeri, nonostante avesse potenziale da podio sia a Jerez che a Le Mans. Due cadute che gli hanno fatto perdere molto contatto da Marc Marquez in classifica.

Sono 49 i punti che separano il pilota forlivese dal rivale spagnolo. Adesso arriva il Gran Premio d’Italia 2018 al Mugello, circuito dove un anno fa vinse. Dovizioso punta a conquistare un grande risultato per tentare la rimonta nel campionato MotoGP. E ovviamente c’è anche il compagno Jorge Lorenzo che vuole prendersi il primo podio di questa stagione, finora abbastanza amara per lui. Il team ufficiale avrà anche una ‘terza punta’, ovvero il collaudatore Michele Pirro che correrà da wild-card.

MotoGP Ducati, Dovizioso e Lorenzo motivati per il Mugello

Andrea Dovizioso vuole dimenticare i ritiri di Jerez e Le Mans, il suo obiettivo è ricominciare la stagione cogliendo un risultato migliore di Marc Marquez al Mugello. Tanti tifosi lo sosterranno e lui cercherà di ottenere il massimo. Nella preview del GP d’Italia 2018 ha così parlato: «Quest’anno è difficile fare previsioni per il Mugello, perché ogni gara fa storia a sé. Anche se i nostri rivali sono stati velocissimi nel test di qualche settimana fa, noi abbiamo dimostrato di essere sempre molto rapidi e saremo sicuramente competitivi qui. Lo scorso anno io e Petrucci abbiamo fatto la differenza per stare davanti e sono molto fiducioso, perché quest’anno abbiamo dimostrato di essere veloci su quasi tutte le piste. È un vero peccato per i tanti punti che abbiamo perso nelle ultime due gare, ma non ci dobbiamo pensare perché il campionato è ancora molto lungo».

Il pilota forlivese non vuole più pensare al passato, seppur recente. Deve concentrarsi sul presente e sul futuro. Mancando tante gare al termine del campionato, è ancora possibile fare una rimonta e rimettersi in corsa per il titolo MotoGP 2018. La cosa importante è non sbagliare più. Ducati si è dimostrata migliorata, però i ritiri pesano molto in una corsa mondiale. E se hai contro un rivale come Marquez, gli errori vanno limitati. In Francia ha sbagliato Dovizioso, mentre in Spagna era stato sfortunato. Adesso nel weekend del Mugello bisogna riscattarsi.

E se il Dovi è ottimista per il GP d’Italia 2018, anche Jorge Lorenzo appare fiducioso per l’appuntamento. Il maiorchino sente di poter finalmente conquistare un buon risultato dopo diverse delusioni: «Arrivo al Mugello con il massimo entusiasmo per cercare di ottenere un risultato positivo che confermi la giusta direzione in cui stiamo lavorando ultimamente. Manca poco per lottare per il podio, abbiamo solo bisogno di un altro piccolo passo avanti e penso che al Mugello potremo riuscirci. Il test di Barcellona della scorsa settimana è andato molto bene e qui avremo qualcosa di nuovo per migliorare l’ergonomia della mia moto che penso possa aiutarmi».

 

Matteo Bellan