Max Verstappen verso il declassamento in Toro Rosso?

Max Verstappen (©Getty Images)


F1| Max Verstappen verso il declassamento in Toro Rosso?

Lui ha negato tutto imputando le voci di un suo ritorno alla Toro Rosso ai leoni da tastiera pronti a diffondere critiche nei suoi confronti via web, dentro di sé però Max Verstappen sa bene che l’uomo oscuro dietro ad ogni decisione della Red Bull Helmut Marko sarebbe capace di qualsiasi cosa, come tra l’altro dimostrato dalla stessa mossa ai danni di Daniil Kvyat nel 2016 prima del definitivo licenziamento in tronco sul finire della stagione 2017, e che dunque l’indiscrezione, sarà una questione di karma, potrebbe tramutarsi in realtà.

Uomo avvisato

Di certo c’è che al termine del weekend di Montecarlo il team principal degli energetici Christian Horner non ha indirizzato parole di comprensione all’olandese, anzi lo ha sollecitato a cambiare atteggiamento e a fare un reset in vista del GP del Canada.

“Deve tornare a casa riflettendo su ciò che poteva essere e applicarlo per il futuro. Credo abbia un ottimo insegnante nel box affianco al suo”, ha dichiarato il britannico ai media dopo la gara monegasca. “Max possiede un grande talento e ha ricevuto parecchie lezioni amare. Modificare l’approccio gli gioverà senz’altro. Ciò che è frustrante è che sta lavorando più sodo che mai ed è al massimo della forma. Quando si entra nella spirale si finisce per spingere in eccesso”.

Lasciare per strada punti e fare danni è costoso sotto due aspetti“, ha proseguito il dirigente sottolineando quanto i diversi incidenti che hanno visto coinvolto il #33 da inizio campionato, compreso quello pesante nelle libere 3 del round del Principato, abbiano influenzato il posizionamento nella generale della scuderia, oggi a 71 lunghezze dalla Mercedes. “Oltre ai tanti soldi per le riparazioni, siamo stati sicuramente penalizzati in classifica. A quest’ora doveva essere lì assieme ai nostri diretti rivali. A mio avviso abbiamo perso almeno 60-65 punti quest’anno”.

Chiara Rainis