Ocon si scansa per Hamilton, ordine da parte di Mercedes? (VIDEO)

Il pilota francese si è lasciato superare facilmente

Mercedes e Force India (Getty Images)

F1 | Ocon si scansa per Hamilton, ordine da parte di Mercedes?

In F1 è di nuovo tempo di polemiche dopo l’ultimo GP di Monaco. Una gara narcolettica caratterizzata da un lungo serpentone di auto che si è rincorso sino al traguardo. A fare rumore però sono stati i sorpassi di entrambe le vetture Mercedes ai danni del francese della Force India, Ocon.

Ocon, infatti, si è letteralmente scansato sia per far passare Bottas, che per far passare Hamilton. Dalle immagini è palese come il francese sui rettilinei alzi il piede dall’acceleratore per far passare i due Mercedes.

Ocon uomo Mercedes

Agevolato dal tracciato il driver della Force India avrebbe potuto tenere alle proprie spalle per tanti giri i due piloti del team tedesco, ma così non è stato. Ricordiamo che la Force India ha motore Mercedes e che lo stesso Ocon è un pilota legato alla casa di Stoccarda.

Non a caso a fine gara parlando ai microfoni di “Sky” il francese sulla questione ha commentato: “Sono un pilota Mercedes, chiedete al boss. Non serviva fare la lotta con Hamilton, aveva anche gomme nuove”.

Parole in un certo senso pesanti. Ocon non ha confermato la questione, ma non l’ha manco smentita. L’impressione però è che si sia trattato di un ordine di scuderia trasversale.

Tutto ciò potrebbe creare un precedente pericoloso. La Ferrari ad esempio ha praticamente l’Alfa Romeo Sauber come squadra succursale e l’anno prossimo potrebbe entrare anche con Maserati in F1 con la Haas. La stessa Red Bull può contare sull’apporto di Red Bull.

Insomma questo precedente potrebbe creare un campionato noioso e falsato, monopolizzato da chi riuscirà ad acquisire maggior potere chiudendo accordi con il maggior numero di auto e piloti all’interno del paddock. Giusto dare ordini di scuderia, ma quando questi si estendono fuori ai confini del proprio team allora la cosa diventa davvero preoccupante per questo sport.

Antonio Russo