Alonso attacca Montecarlo: “Spettatori da rimborsare”

Fernando Alonso (©Getty Images)

F1| Alonso attacca Montecarlo: “Spettatori da rimborsare”

Sono stati parecchi i piloti che al termine del GP di Monaco si sono lamentati della noia di aver trascorso tutti i 78 giri di gara in fila indiana.Tra questi Fernando Alonso che una volta di più ha fatto la comparazione con la più animata 500 Miglia di Indianapolis a cui aveva partecipato nel 2017 sollecitando altresì gli organizzatori a rimborsa il pubblico delle tribune che è arrivato a spendere fino a 550 euro per un posto a sedere.

“E’ stata la corsa più soporifera della storia della F1”, ha affermato lo spagnolo della McLaren, che dopo 52 tornate ha dovuto parcheggiare a bordo pista la sua MCL33 per noie al cambio. “Semplicemente non è successo niente. Né una safety car, né una bandiera gialla. Credo sia arrivato il momento di riflettere e di capire come creare maggiore spettacolo, perché così è davvero deludente. Non c’è stato ritmo, abbiamo solamente seguito le vetture davanti. A mio avviso gli spettatori avrebbero dovuto ricevere indietro i soldi del biglietto!“.

Morfeo chiama

Come il Samurai, anche Lewis Hamilton ha manifestato il proprio disappunto al termine del round monegasco, da lui concluso in terza posizione. “Le gomme non erano il massimo, per cui tutti procedevano lentamente. E’ stata una lunga processione”, ha attaccato l’inglese della Mercedes. “Sinceramente mi sorprenderebbe sapere che qualcuno a casa è rimasto sveglio. Io mi sarei addormentato sul divano. E’ un peccato perché è un gran premio speciale, dunque secondo me bisognerebbe cambiare format o comunque intervenire sul programma. Al Principe Alberto ho proposto di allungare il circuito. Girando in 1’11 si può intervenire”.

“Un’idea potrebbe essere quella di proibire la sosta unica”, ha proseguito nella disamina. “Bisognerebbe creare più variabili. Magari fare due corse anziché una. Sono state le 78 tornate più lunghe della mia vita!“.

Chiara Rainis