Bollo europeo a consumo e inquinamento in futuro

Bollo europeo
Traffico © Getty Images

Si va verso una novità rilevante per quello che riguarda il mondo delle automobili e le spese riguardanti le vetture di proprietà. In occasione della riunione in cui la commissione Trasporti del Parlamento europeo ha dato l’ok all’introduzione di un sistema unico di telepedaggio per le strade dell’UE, si è parlato anche dell’inserimento di un bollo europeo per quello che riguarda le auto. L’intenzione è infatti quella di creare un sistema unico per le nazioni europee con la necessità di pagare un bollo in base a quello che è il consumo della vettura, i chilometri percorsi e quello che è l’inquinamento dell’auto.

La condizione per riuscire ad attuare questo sistema sarà quella di avere all’interno dei veicoli una sorta di contachilometri che possa registrare in maniera effettiva, senza rischio di camuffamento, il tragitto percorso dall’auto in questione. Il nuovo bollo sarebbe quindi legato sia al percorso effettuato nell’anno e all’inquinamento del veicolo, andando ad alzare la quota da pagare per chi passa più tempo in auto.

Bollo europeo, possibile nuovo sistema in arrivo

Stiamo parlando però di un’ipotesi che non verrà realizzata in termini brevi. Ci sarà bisogno dell’approvazione dell’Unione europea che dovrà dare il suo ok all’inserimento della nuova regola. Se tutto dovesse procedere per il meglio la nuova legge potrebbe essere attiva dal 2026 per tutti i veicoli nell’UE. Possibile però l’inserimento di tale sistema già per il 2023 per quello che riguarda i mezzi pesanti. Un passo in avanti però verso la realizzazione di un sistema giuridico per quello che riguarda i veicoli che sia lo stesso per i Paesi dell’Unione Europea. Nei prossimi mesi potremo avere novità in merito.