Puig: “Zarco ha ingannato la Honda, aveva già firmato per KTM”

Il francese ha fatto arrabbiare la Honda

Monster Yamaha Tech 3’s French rider Johann Zarco poses before giving the start of a race for young riders on the sidelines of the French MotorGP Grand Prix, on May 19, 2018 in Le Mans. (Photo by JEAN-FRANCOIS MONIER / AFP) (Photo credit should read JEAN-FRANCOIS MONIER/AFP/Getty Images)

MotoGP | Puig: “Zarco ha ingannato la Honda, aveva già firmato per KTM”

Tra i piloti che più fanno rumore in questi giorni c’è sicuramente Johann Zarco. Il francese ha dimostrato di far viaggiare forte questa Yamaha e l’anno prossimo verrà catapultato in una nuova interessante avventura. KTM, infatti, lo ha già messo sotto contratto per la prossima stagione dove potrà sviluppare finalmente una moto factory.

Prima della firma con KTM però erano arrivati anche altri importanti contatti. La Honda, infatti, aveva sondato il terreno per portalo accanto a Marc Marquez, ma l’affare non è poi andato in porto e Johann Zarco si è accasato con gli austriaci non senza qualche polemica da parte del suo manager per un presunto sbarramento di Rossi al suo approdo in Yamaha.

Nessuna offerta sul piatto per Zarco

In un’intervista all’emittente spagnola Movistar però il team manager della HRC, Alberto Puig, parlando di Johann Zarco ha così affermato: “Avevo parlato con Zarco e il suo manager e gli avevo chiesto di incontrarci per chiacchierare in maniera informale del futuro. Mi dissero che poi mi avrebbero aggiornato e invece alla fine aveva già firmato con KTM“.

Lo spagnolo poi continua: “Per me Johann Zarco è un grande pilota e lo resta comunque, non è successo nulla, non cambio il mio giudizio. Ognuno si comporta come crede, ma in questo caso mi sono sentito un po’ ingannato da lui e dal suo manager. Però ci tengo a precisare che non gli abbiamo mai fatto un’offerta. Penso che se vuoi davvero sfidare un campione lo devi fare con la sua stessa moto”.

Parole dure nei confronti del pilota francese, che a quanto pare avrebbe “giocato” con l’offerta della Honda senza però mai sedersi ad un tavolo per trattare l’eventuale offerta che in HRC volevano proporgli.

Antonio Russo