Carlo Pernat
Carlo Pernat (©Getty Images)

MotoGP, Carlo Pernat risponde a Jorge Lorenzo: “C’è un posto in Aprilia”.

Il manager Carlo Pernat e Jorge Lorenzo hanno avuto uno scambio verbale alcune settimane fa. Pernat è stato definito un clown dal pilota maiorchino della Ducati, “accusato” di aver avviato un dialogo con Suzuki (contatti che a quanto pare sarebbero in corso). Lorenzo in occasione del week-end di Jerez è stato molto dure nei confronti del ligure: “Pernat? Tutti conoscono che tipo di credibilità abbia questo signore nel Paddock negli ultimi anni. E’ il buffone della stampa. Io ho dimostrato qual è la mia credibilità nel corso degli anni. Non mi sono mai offerto a nessun team, né in 125, 250 né in MotoGP”.

Carlo Pernat, oltre ad aver ribattuto prontamente al pilota, “altri sono i pagliacci…”, sulle colonne di Speedweek.com risponde al cinque volte iridato: “Sono diventato campione del mondo 125 cc ad Aprilia con due piloti, Gramigni, Rossi e Sakata due volte. Nel Campionato del Mondo 250cc abbiamo vinto tre volte con Biaggi, una volta con Valentino, una volta con Capirossi. Sono già nove i titoli mondiali. Derivano dalla mia esperienza in Cagiva due titoli mondiali di motocross, nel 1985 con Pekka Vehkonen e nel 1986 Dave Strijbos. Ero responsabile delle attività sportive in entrambe le società. Ad Aprilia ho lavorato con Jan Witteveen, è stato il direttore tecnico. Ora abbiamo undici titoli insieme. Inoltre, sono stato responsabile a Cagiva nel 1990 per la vittoria della Parigi-Dakar di Eddy Orioli. Inoltre, sotto la mia direzione, sono stati vinti sette titoli di campionato costruttori. 18 titoli mondiali. Questa è la mia storia. Non voglio rispondere di più. Forse posso dire che ho scoperto Valentino e gli ho dato un contratto triennale con Aprilia quando aveva 15 anni. Se qualcuno mi chiama un pagliaccio, posso solo ridere rilassato”.

Carlo Pernat non rimpiange la sua affermazione su Lorenzo, convinto dei colloqui tra lui e il team Suzuki, e incalza: “Jorge potrebbe dare un’occhiata ad Aprilia se vuole davvero guidare la MotoGP. C’è ancora spazio per uno di loro… Con Repsol-Honda non funzionerebbe. Sospetto che Dani Pedrosa firmerà di nuovo per un anno. Poi prenderanno Joan Mir”.

Il curriculum vitae di Pernat

Dopo il tempo trascorso con Cagiva e Aprilia (lasciò Noale alla fine del 1998) Pernat è stato presidente della squadra di calcio dell’FC Genoa, poi è tornato nel paddock. Divenne consulente di Gilera e direttore personale di importanti piloti. “Mamola, Roche, Gramigni, Reggiani, Biaggi per tre anni, Capirossi, Simoncelli, Locatelli, Perugini, Iannone, Bastianini”, dice il 70enne Pernat.

Pernat ricorda con entusiasmo il contratto Aprilia con Valentino Rossi. “Era valido per gli anni 1996, 1997, 1998. Avevo bisogno delle firme di papà Graziano e mamma Stefania, perché erano già divorziati. Questo è stato un grande affare per Aprilia, perché abbiamo già promesso a Valentino un bel compenso fisso. Nel primo anno era di 30 milioni di lire, nel secondo anno di 90 milioni, nella terza stagione di 180 milioni, poiché Vale guidava già nella Coppa del Mondo della 250cc. Oggi è il manager di Andrea Iannone ed Enea Bastianini, con il pilota del team Leopard tra i principali contendenti al titolo della Moto3.