Bufera su Giuseppe Conte, i civilisti rispondono alle critiche

I civilisti difendono il neo-premier

Giuseppe Conte (Getty Images)

News | Bufera su Giuseppe Conte, i civilisti rispondono alle critiche

Giuseppe Conte è l’uomo del momento in Italia. Il governo frutto della partnership tra Lega e Movimento 5 Stelle ha indicato il giurista pugliese come premier. Subito dopo la nomina però sui giornali di mezzo mondo è subito partito il tam tam delle critiche a Conte reo secondo alcuni di aver esagerato o addirittura falsificato il proprio curriculum.

In particolare gli è stato imputato di aver inserito all’interno del proprio curriculum anche i periodi trascorsi all’estero in alcune importanti università, che non sempre però vengono registrati. Gli stessi atenei hanno precisato che quanto fatto da Giuseppe Conte non è mai stato formalizzato.

In campo però ora è scesa anche l’associazione dei Civilisti italiani del quale lo stesso Giuseppe Conte è socio e consigliere. In una nota, il presidente Aurelio Gentili afferma: “Il Direttivo e il Collegio dei probiviri dell’associazione dei Civilisti Italiani, della quale il Prof. Giuseppe Conte è da anni stimato socio e attualmente anche autorevole Consigliere, al fine di dissipare equivoci e fornire obiettivi elementi di giudizio, precisano che le esperienze scientifiche all’estero qualificanti del curriculum dei docenti di materie giuridiche comprendono una varia gamma di modalità, tra le quali rientrano a pieno titolo anche i soggiorni di aggiornamento ed approfondimento presso istituzioni accademiche e culturali straniere”.

Antonio Russo