Kimi Raikkonen: “A Monaco vorrei la vittoria”

F1| Kimi Raikkonen: “A Monaco vorrei la vittoria”

Kimi Raikkonen e la sfortuna vanno spesso di pari passo, ecco perché dopo il doppio guasto al motore subito in Spagna, il ferrarista ha preferito restare sul vago nelle dichiarazioni della vigilia dell’atteso GP di Montecarlo in scena questo weekend.

In particolare a pesare sul destino stagionale del finnico c’è il motore in meno dei tre utilizzabili in un campionato prima di incorrere nella penalizzazione. Un handicap che di certo non lo sta tranquillizzando, ma neppure distruggendo. “Non so se sarà peggio per me. Vedremo come andrà”, ha tagliato corto. Stesso atteggiamento verso chi gli domandava se non avesse qualche pensiero stupendo visto l’ottimo risultato del 2017. “Sia la macchina, sia le gomme sono diverse. Quando scenderemo in pista potremo iniziare a farci un’idea di quel che sarà, per il momento è inutile”.

“Qui non è diverso che da altre parti. Ciò che conta è non sbagliare e non finire contro i muri, per il resto è difficile predire come potrà svolgersi il fine settimana. Specialmente una vittoria, qui non è scontata. Infatti ci sono molte variabili in ballo. Tanti aspetti che devono funzionare”, ha proseguito nella sua analisi.”Come detto è impossibile per il momento dire quali sono le forze in campo. Giovedì cercheremo di portare avanti un programma normale, anche se a Monaco il fondo cambia talmente velocemente che solitamente si adatta man mano il lavoro da fare”.

Quindi a chi gli ricordava il suo musone sul podio dopo il secondo posto dello scorso anno dopo essere partito dalla pole, Iceman, ha snocciolato: “Ero scontento perché volevo arrivare davanti. Comunque è inutile costruirci storie. Sono arrivato in piazza d’onore in tante occasioni nella mia carriera, è solo che ci tenevo a fare di più”.

Per concludere il 38enne di Espoo ha dato un suo parere sule hypersoft. “Le abbiamo provate sole due volte e qui l’asfalto è particolare, quindi saranno da scoprire”, ha chiosato.

Chiara Rainis