MotoGP, Iannone: “A Le Mans potevo salire sul podio”

Andrea Iannone (©Andrea Iannone Twitter)

MotoGP| Iannone: “A Le Mans potevo salire sul podio”

Il suo GP francese è durato soltanto il tempo di capire che era cominciata la gara. Dopo due arrivi sul podio, le lacrime e i proclami di riscatto, Andrea Iannone è finito subito a gambe all’aria in quel di Le Mans. Scattato bene dalla seconda fila, il centauro della Suzuki è scivolato in un cambio di direzione terminando la sua corsa sulla ghiaia della via di fuga. Una vera disdetta per lui, convinto di avere il passo per poter ambire a firmare nuovamente un risultato rilevante. “Ho perso il posteriore”, si è giustificato alla fine.

“Non so cosa sia successo. E’ stato un incidente molto strano e ovviamente non sono contento per com’è andata in quanto ero certo che avessimo un buon potenziale. Il passo c’era e a fronte anche le cadute di Andrea Dovizioso e Johann Zarco, sono abbastanza sicuro che mi sarei piazzato tra i primi tre” , ha proseguito nella sua disamina il pilota di Vasto. “La realtà è che ero partito bene, ma quando sono arrivato alla curva 6 mi è partito il posteriore ed è una cosa anomala. Ora il team analizzerà i dati, però mi spiace davvero perché abbiamo perso dei punti che potevano essere importanti”.

Il Mugello a tutta

Sostenuto dal pubblico italiano nell’appuntamento di inizio giugno Iannone, oggi settimo della classifica generale con 47 lunghezze contro le 95 di Marc Marquez, spera di potersi riprendere la top 3 mancata a Le Man.

“Mi auguro che quella del Mugello possa essere una buona corsa per noi. Nei test che abbiamo fatto non siamo stati velocissimi, ma neanche lenti. Per me è la gara di casa, quindi avrò sicuramente delle grandi motivazioni. Come sempre ciò che conta è reagire al ritiro. Per il resto sono certo che torneremo più forti”, ha concluso battagliero.

Chiara Rainis