MotoGP, Alberto Puig: “Lorenzo non si abituerà mai alla Ducati”

Alberto Puig
Alberto Puig (©Getty Images)

MotoGP, Alberto Puig: “Lorenzo lascerà la Ducati”.

Alberto Puig, team manager del team Repsol Honda, ha il merito di aver scoperto due dei più grandi talenti della MotoGP, Dani Pedrosa e Casey Stoner. Entrambi si sono ritrovati a dover fare i conti con uno dei piloti più discussi del momento, Jorge Lorenzo, in procinto di lasciare la Ducati. “Penso che quello che sto per dire non è nuovo, Lorenzo non si è mai abituato a questa moto, e non si abituerà, lo sa – ha ammesso l’ex pilota spagnolo -. Ha preso la decisione di cambiare marchio e ne ha pagato le conseguenze. Fai una cosa per qualcosa nella vita, per qualsiasi motivo, e ovviamente non sta andando bene, perché Lorenzo è un campione”.

Lorenzo in Suzuki, Marquez come Stoner

Cinque volte campione del mondo, Lorenzo è uno dei più titolati della classe regina, ma la situazione con Ducati sta diventando insostenibile per entrambi: Danilo Petrucci, possibile sostituto, dall’anno scorso ad oggi ha conquistato cinque podi, a fronte dei tre del maiorchino: “Credo che, se non riuscirà con questa moto, dovrebbe cambiare, i campioni sono persone con orgoglio e coraggio. Non credo che lui accetti che questo è il suo livello. l’unica cosa che puoi fare è cambiare la tua moto. Se questo è fattibile o no, io non lo so”.

In Francia, Marc Márquez ha pareggiato le 38 vittorie in MotoGP di Casey Stoner. “In definitiva, credo che resistere alle vittorie e resistere a un mondo come questo è molto complicato. Se non sei, è perché non si poteva essere – ha aggiunto Alberto Puig -. Stoner ha lasciato perché probabilmente per altri motivi non poteva. A livello di pura guida era uno dei migliori. È una generazione di piloti molto importante. Della stessa parte di Dani Pedrosa, Jorge Lorenzo o Andrea Dovizioso. Questi piloti sono ancora, per me, i piloti di riferimento. Márquez è venuto da una generazione diversa”. E sembra pronto a scrivere una nuova pagina di storia.