MotoGP, Maverick Vinales: “La squadra di Valentino ha lavorato meglio”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Maverick Vinales 7° a Le Mans: “La squadra di Valentino ha lavorato meglio”.

Il vincitore dello scorso anno Maverick Viñales ha vissuto un pessimo weekend di gara a Le Mans concludendo solo settimo ma attestandosi secondo in classifica piloti. Il pilota della Yamaha è scivolato fino al 13esimo posto dopo essere partito dall’ottava piazza, fino a risalire in settima posizione, senza però riuscire a tenere il passo del suo compagno di squadra Valentino Rossi. Nonostante la gara deludente, però, Viñales ha conquistato un posto nella classifica generale e ora è secondo grazie alla caduta di Johann Zarco, a -36 punti dal leader Marc Márquez. “Non voglio finire la gara al settimo posto ma in cima. Ecco perché non mi importa se cado o no. La prima parte della gara è stata terribile e non so perché. Molti piloti mi hanno superato all’inizio della fase di accelerazione. Spero di sentirmi un po’ meglio al test di Barcellona e di poter risolvere alcuni problemi”, ha affermato Viñales.

Vinales sempre peggio con Yamaha

Nonostante il tracciato francese fosse favorevole alle Yamaha lo spagnolo non è riuscito a trovare il feeling con la sua M1, segno che le lacune tecniche restano piuttosto profonde. “Mi sentivo molto male in moto. Diventa peggio ad ogni gara. Mi aspettavo una buona gara qui, ma è stata persino peggio di prima. La squadra di Valentino ha lavorato molto meglio nel weekend – ha ammesso Maverick Vinales -. Questo è quello su cui dobbiamo lavorare per preparare meglio la moto per la gara”.

I problemi restano i soliti, mancanza di aderenza al posteriore e slittamento. “Non ho alcuna presa sulla gomma posteriore. È peggio dell’anno scorso. In gara sembrava di guidare con pneumatici usati. Non so cosa dobbiamo cambiare”, ha ammesso uno sconfortato Vinales. “Il Mugello è stata una buona pista per noi l’anno scorso. Ma dobbiamo aspettare. Cerco di dimenticare questa gara e di avvicinarmi alla prossima con una mente più positiva”.