Viñales: “Non è normale non vincere per un anno”

Maverick Vinales (©Getty Images)

MotoGP | Viñales: “Non è normale non vincere per un anno”

Terzo al mattino e quarto al pomeriggio Maverick Viñales ha cominciato il weekend di Le Mans con un discreto passo e tanto desiderio di riscatto per una vittoria che manca ormai da un anno, lui che all’inizio del 2017 era stato dipinto da molti come l’erede putativo di Marc Marquez, l’unico in grado di reggere il suo passo.

Stare tanti mesi senza riuscire mai ad ottenere un successo non è normale“, ha dichiarato l’iberico, che a fatica ha provato a far esercizio di ottimismo spinto dalla consapevolezza che la sua Yamaha M1 ben si adatta alle caratteristiche del circuito francese. “Oggi non ho più la stessa fiducia che avevo la passata stagione, tuttavia nel turno mattutino sono stato capace di eguagliare i tempi con cui avevo girato in gara. Diciamo che la moto vecchia mi trasmetteva più stabilità“.

A dare fastidio maggiormente al 23enne è l’impossibilità di capire davvero un mezzo che pare comportarsi molto diversamente a seconda delle condizioni climatiche. “Stamane abbiamo cercato di compiere molte tornate in modo da prendere il giusto ritmo. alla fine è andata meglio del previsto e il feedback è stato buono. Successivamente, però abbiamo testato diverse novità che non hanno funzionato e abbiamo perso tempo al box”.

A penalizzare il #29 al pomeriggio anche la selezione delle gomme. Inoltre secondo Vinales i segnali di ripresa sono stati dovuti maggiormente al tracciato piuttosto che alla moto.

“Le seconde libere non sono state male, così come i riscontri cronometrici. Semplicemente non sono riuscito a scegliere bene gli pneumatici. Come detto su questa pista la mia M1 si trova bene, di conseguenza risponde a dovere. ci sono ancora alcuni dettagli relativi all’elettronica da sistema. ma per il resto sono contento. L’importante è non smarrire la strada e sbagliare. Domani sarà fondamentale definire l’assetto ottimale”, ha concluso.

Chiara Rainis