MotoGP, Danilo Petrucci: “Possibilità in Aprilia, ma aspetto Ducati”

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (©Getty Images)

MotoGP Le Mans, Danilo Petrucci: “Possibilità in Aprilia, ma aspetto Ducati”.

Chiuso il capitolo Andrea Dovizioso adesso Ducati dovrà concentrarsi sul secondo pilota per il prossimo biennio. Il rinnovo di Jorge Lorenzo non sembra scontato, anzi. Dalle ultime voci che circolano nel paddock pare che il maiorchino sia sempre più vicino a Suzuki, perchè i risultati tardano ad arrivare e il feeling con la GP18 resta una chimera nonostante i tanti sforzi a livelli di telaio e aerodinamica da parte dei tecnici.

In conferenza stampa il forlivese ha “aperto le porte” a Danilo Petrucci e Jack Miller, qualora la trattativa con Jorge dovesse fallire. Non pone veti, nè influenzerà le decisioni di Borgo Panigale, ma dalle sue parole trasuda il fallimento del pluricampione spagnolo che però ha saputo brillare solo in sella alla Yamaha. Toccherà a Petrux guadagnarsi la promozione al team ufficiale se il matrimonio Duicati-Lorenzo dovesse saltare.

Petrucci sogna Ducati, Aprilia via di uscita

Il completamento del nuovo accordo Ducati di Andrea Dovizioso significa che la fabbrica ora rivolgerà la sua attenzione alla seconda sella. “La Ducati ha avuto il problema con Dovi e ora, per fortuna, sono ancora insieme”, ha detto Danilo Petrucci dal paddock di Le Mans. Ora la Ducati deve scegliere [il mio futuro] e l’unica cosa che posso fare è spingere al massimo, come ogni gara. Sinceramente ho fatto del mio meglio ogni anno, quindi spero che siano intelligenti e non scelgano il futuro dei prossimi due anni in una gara”.

L’opzione sul pilota umbro scade a fine giugno, il team romagnolo dovrà chiudere la partita entro o subito dopo il Mugello. Altrimenti per Danilo Petrucci potrebbero aprirsi le porte di Aprilia che, seppur in silenzio, non ha mai smentito questo grande desiderio. “Purtroppo non posso dire di avere molte carte in mano, devo aspettare e cercare di fare del mio meglio, la scelta non è mia… Sì, c’è ancora una possibilità su Aprilia, ma prima di tutto ho un’opzione con la Ducati, quindi prima Ducati deve dire “sì o no” e poi posso guardarmi intorno, ma prima di tutto devo rispettare il mio contratto”.